MILANO – Appuntamenti estivi alla Fondazione Matalon

Giugno, Luglio e Settembre 2015  “Oltrepò Pavese, avanguardie e tradizioni fra l’Appennino e il Po”  A cura del GAL Oltrepò – Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese 

 SetSize800600-pavimento-5

La Fondazione Luciana Matalon di Milano, Foro Bonaparte,67, ospiterà nei mesi di Giugno, Luglio e Settembre 2015, in concomitanza con Expo, una serie di mostre e appuntamenti intitolati “Oltrepò Pavese, avanguardie e tradizioni fra l’Appennino e il Po”.

L’iniziativa, a cura di Gal – Fondazione Oltrepò Pavese, si propone di ripercorrere i sentieri della tradizione e promuovere un territorio ricco di storia e di cultura, di prodotti tipici e vini pregiati.

4359_lom60_4359_1

La prima mostra, in programma da giugno sino al 15 luglio, sarà dedicata a “Ernesto Sala – Il Pifferaio”. L’esposizione, curata da Giuliano Grasso, renderà omaggio al celebre “pifferaio di Cegni” (Valle Staffora, Pavia) portando i visitatori a fare un viaggio indietro nel tempo e riscoprire le tradizioni, attraverso una serie di fotografie di Pierluigi Navoni e Ferdinando Scianna custodite nell’Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia. I pifferai, detentori dei segreti di un’arte tramandata oralmente da generazioni, erano i leader culturali della montagna appenninica e venivano chiamati in paesi diversi a esercitare la loro professione in occasione delle principali festività del calendario agricolo e delle ricorrenze civili e religiose.

oslt_logo

Dal 16 luglio e per tutto il mese di settembre (agosto escluso) verrà presentata la raccolta “O smagiá lâ tùaia .Vino versato ad arte” che comprende diciotto opere di autori di arte contemporanea e concettuale sul tema del vino. Il progetto presenterà i lavori di action painting realizzati in occasione di questo evento che da quattro anni si tiene a Stradella nel mese di settembre: gli artisti utilizzano vino miscelato a materiali vari (mixed media) e, poi, con i pennelli alla mano danno spazio all’estro e alla fantasia trasformando il vino in vera e propria materia pittorica, da stendere e plasmare. Come ci spiega Lorenzo Alagio, ideatore e direttore artistico del progetto, lo scopo dell’iniziativa è “far conoscere l’arte, ma anche diffondere, attraverso la forza dell’arte, la conoscenza dell’elemento più forte del brand Oltrepò, il vino”.

Infine nel mese di Settembre la Fondazione Matalon ospiterà alcune opere appartenenti alla collezione del Castello Dal Verme di Zavattarello (Pavia).

83385-877-castello-dal-verme-zavattarello-pv-Castello-di-Zavattarello

L’eterogeneità della raccolta proposta, che comprende opere dell’arte italiana dalla seconda metà del XX secolo a oggi e quadri più antichi dipinti dal Conte Giuseppe dal Verme, proprietario del Castello all’inizio del Novecento, nasce dalla volontà degli artisti che hanno allestito proprie mostre all’interno delle sale del Castello di donare al Comune di Zavattarello alcune loro opere.

Lo scopo principale del Museo è valorizzare e promuovere gli artisti legati al territorio, con particolare attenzione verso i giovani emergenti. www.zavattarello.org

La Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepo Pavese è un Gruppo di Azione Locale che si propone la crescita economica, sociale e culturale dell’Oltrepo Pavese attraverso la valorizzazione delle risorse specifiche locali e delle zone rurali promuovendo una strategia territoriale condivisa. (www.gal-oltrepo.it)

Annunci

Rispondi