MANTOVA – LA CASA DEL MANTEGNA APRE AI GIOVANI ARTISTI MANTOVANI

GAM Giovani Artisti Mantovani.jpg

19 febbraio – 13 marzo 2016

inaugurazione 19 febbraio alle 17,30

Alla Casa di Andrea Mantegna, Via Acerbi, 47 a Mantova, un piccolo gioiello dell’architettura rinascimentale a cavallo fra il quattrocento e il cinquecento, il prossimo  19 febbraio, si aprirà GAM Giovani Artisti Mantovani, una rassegna creativa che nasce come ricognizione della nuova scena visiva mantovana.

La mostra, curata da Vincenzo Denti e Gianfranco Ferlisi, indaga uno speciale segmento della locale contemporaneità, delle espressioni di autori che si distinguono per pregio e originalità nelle arti figurative. L’esposizione, nella sostanza dei fatti e nella suggestione dell’allestimento, ci presenta uno spaccato inaspettatamente vario e molto simile a quello che si vedrebbe in una mostra internazionale, perché le idee e i riferimenti culturali ed artistici degli invitati sono internazionali. Dall’installazione alla videoarte, dalla scultura alla pittura, dalla grafica alla fotografia, non c’è strumento della comunicazione che non sia stato utilizzato in questa rassegna.

Tutti questi autori raccontano della volontà di trovare, in un panorama che di certezze ne garantisce poche, una possibile, condivisibile, verità. In ogni caso con i trentotto Giovani Artisti Mantovani: Federica Aiello Pini, Nathalie Alony (Natalica), Federico Aprile, Giulia Flavia Baczynski, Federico Bassi, Giulia Bocchi, Massimiliano Boschini, Elena Bugada, Roberta Busato,  Emanuela Cerutti, Daniele Cestari, Daniele Curcio, Alketa Delishaj, Nadia Fanelli, Marica Fasoli, Gianluca Ferrari, Luca Francesconi, Marco Galafassi, Giuseppe Gradella, Federico Lanzoni,  Elisa Lebovitz, Davide Longfils, Isabella Lotti, Beatrice Madella, Benny Mangone, Claudia Melegari, Donato Novellini, Vincenzo Paonessa, Damiano Paroni, Ilaria Pedercini, Lelio Pederiva, Ermanno Poletti, Luana Rigolli, Andrea Sante Taddei, Andrea Savazzi, Silvia Spagnoli, Clara Turchi e Luca Zampriolo, si realizza una mappatura del presente dell’arte mantovana e si traccia una ipotetica rotta per il futuro. Le distinte personalità degli autori presentano i molteplici aspetti del loro discorso artistico.

Si apre così un ampio orizzonte di sperimentazione linguistica che sorprenderà lo spettatore a fronte delle rinnovate opzioni espressive di pittura e scultura fino alle installazioni, suscettibili dei più sorprendenti processi di risemantizzazione.

Scultura, installazione, post-pittura e fotografia si misurano dunque su un piano parallelo in un percorso ideativo e poetico capace di portare alla luce anche aspetti rituali e simbolici dello spazio della Casa del Mantegna.

Un passato ricco di storia non preclude ad un futuro ricco di personalità artistiche, e questi artisti sono il futuro. Il loro linguaggio è tutt’altro che provinciale anche se la loro opera ha radici profonde nella terra virgiliana.

GAM è dunque una mostra dove, alla fine, si vede buona pittura, buona scultura e buona comunicazione artistica, un lavoro solido su cui fondare un percorso sicuro.

ORARI DI APERTURA  da martedì a domenica 10.00/12.30; mercoledì e giovedì  15.00/17.00; sabato e domenica   15.00/18.00 Ingresso libero

Informazioni: tel. +39 0376 360506 – 0376 432432   casadelmantegna@provincia.mantova.itwww.casadelmantegna.it

Rispondi