MILANO – TRE MAESTRI DELL’UKIYOE a PALAZZO REALE

hokusai-hiroshige-utamaro-caccia-al-tesoro-2016-milano-4.jpgdi Elena Bello

Si è aperta ieri, 22 settembre, a Palazzo Reale a Milano, la mostra dedicata a tre giganti dell’arte giapponese: Hokusai, Hiroshige e Utamaro. Organizzata dal Comune di Milano insieme a MondoMostre Skira e curata dalla professoressa Rossella Menegazzo – docente di Storia dell’Arte dell’Asia Orientale dell’Università degli Studi di Milano – la mostra propone 200 silografie policrome e libri illustrati della prestigiosa collezione del Honolulu Museum of Art e si inserisce all’interno delle celebrazioni del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, avviate con il primo Trattato di Amicizia e Commercio firmato il 25 agosto 1866.

Tsunami_by_hokusai_19th_century.jpgMaestri per eccellenza dell’ukiyoe, Katsushika Hokusai (1760-1849), Utagawa Hiroshige (1797-1858) e Kitagawa Utamaro (1753-1806), contrappongono all’etica del samurai il godimento del singolo momento, scegliendo di rappresentare nelle proprie opere soggetti quotidiani con stili diversi e poetici: dall’uomo che si accompagna all’animale nel lavoro agreste alla rappresentazione di paesaggi caratteristici (presenti nella mostra saranno anche le Vedute del monte Fuji di Hokusai e Utamaro).

flora-and-fauna-86.jpgLa sensibilità verso la natura, il mutare delle stagioni, gli animali, i mestieri e la delicata e raffinata sensualità delle donne sono alcuni dei soggetti prediletti dagli artisti. Oltre questo, la bellezza dei motivi pittorici, della resa dei tessuti, l’abilità e la leggerezza della linea contribuiscono all’idea di un’estetica raffinata, legata al mondo del meraviglioso.

Red_Fuji_southern_wind_clear_morning.jpgQueste opere divennero fonte d’ispirazione in Europa, in cui tra il 1850 e il 1870 iniziò a diffondersi la moda di collezionare opere d’arte giapponesi ed in particolare le stampe ukiyoe erano le più apprezzate.

5-KitagawaUtamaro_FlowersOfEdo.jpgNella movimentata Parigi di fine Ottocento, l’arte giapponese influenzò artisti come Manet, Monet, Degas, Van Gogh, Klimt e molti altri, contribuendo alla nascita dell’Art Noveau e alla ricerca di un nuovo linguaggio artistico caratterizzato da linee curve, equilibrio tra pieni e vuoti, bidimensionalità della figura e asimmetria della composizione.

3-A_sketch_of_the_Mitsui_shop_in_Suruga_street_in_Edo.jpgAncora oggi la bellezza dell’arte di Hokusai, Hiroshige e Utamaro ci accompagna nel forte impatto che ha avuto nel mondo del fumetto (manga), nell’ambito della moda e del marketing, nell’arte del tatuaggio, nelle arti applicate e decorative, del mondo del design e non solo.

7-Hokusai-MangaBathingPeople.jpgLa mostra rimarrà aperta fino al 29 gennaio 2017 .

Orari
Martedì, Mercoledì: 09.30 – 19.30
Giovedì: 09.30 – 22.30
Venerdì, Sabato, Domenica: 09.30 – 19.30

 Per maggiori informazioni:  www.hokusaimilano.it

 

Rispondi