MANTOVA – UN FINE SETTIMANA DI VISITE GUIDATE A PALAZZO DUCALE

durer-1

di G. Baratti

Continua sabato 22 e domenica 23 ottobre 2016 il servizio su prenotazione delle visite guidate al percorso museale ordinario e delle visite alla mostra “Albrecht Dürer, come sentirò freddo dopo il sole“.

Negli spazi espositivi al piano terra del Castello di San Giorgio, è stata allestita una mostra dedicata a Albrecht Dürer (1471-1528) e ai suoi rapporti con l’arte italiana e in particolare con le incisioni di Mantegna che furono per il pittore tedesco un tramite indispensabile per accostarsi all’arte antica.
L’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico fino all’8 gennaio 2017, è curata da Johannes Ramharter, storico dell’arte per anni conservatore al Kunsthistorisches Museum di Vienna, e da Peter Assmann, direttore di Palazzo Ducale.
Come sentirò freddo dopo il sole?” si chiese Albrecht Dürer nel 1507 tornando in Germania dopo un viaggio in Italia.

durer-2Il percorso della mostra è diviso in cinque sezioni precedute da una introduzione didattica che spiega la tecnica dell’incisione rinascimentale, presenta circa 70 opere tra cui un nucleo di prestigiosi prestiti dall’Albertina e dal Kupferstichkabinett di Vienna, con cui la mostra è in collaborazione. Inoltre, è presente in mostra una scultura in bronzo di Leonardo da Vinci raffigurante un cavallo e conservata al Szepmüveszeti Muzeum di Budapest.
Completa il percorso espositivo un nucleo di opere antiche della collezione del Palazzo Ducale che accompagnerà il visitatore mettendo in evidenza i debiti dell’arte rinascimentale e di quella di Mantegna e Dürer in particolare nei confronti dell’antico.

Corte Vecchia così definito a quel tempo il Palazzo del Capitano, con dipinti murali del Pisanello, e la Magna Domus, entrambi edifici del XIII secolo.

Palazzo Ducale o Reggia dei Gonzaga. Inutile dirvi che la visita a Palazzo Ducale è di grandissimo interesse, ci si può rendere conto che la magnificenza e la varietà dei suoi ambienti, non solo danno una chiara idea della fastosità della Corte dei Gonzaga, ma quasi permettono di rivivere, con l’aiuto della fantasia, i più splendidi tempi del Rinascimento.

Pensate che, dopo il Vaticano, è il più vasto complesso monumentale esistente in Italia; che con i suoi edifici, i suoi cortili e i suoi giardini  ha una superficie di 34.000 mq circa e comprende oltre 450 stanze tutte decorate dai più illustri artisti e 15 giardini, di cui 2 pensili e cortili.

Percorrendo Piazza Sordello verso il Lago di Mezzo vi è il Castello di S. Giorgio, fortezza gotica, quadrilatero, con torrioni merlati in ogni angolo, circondato da un largo fossato. Costruito (1395-1406) verso il lago da Bartolino da Novara. Di grande impatto visivo è lo scalone di Enea, (opera del Bertani del 1549). Troviamo qui la Camera Picta o Camera degli Sposi, vero gioiello d’arte con le pareti e il soffitto affrescati tra il 1469 e il 1474 dal Mantegna mediante una specie di poema pittorico che raffigura varie scene della vita dei Gonzaga e che costituisce una delle più superbe realizzazioni pittoriche di tutti i tempi.

Il castello racchiude anche gli ambienti che furono tenuti prigionieri prima della morte, i Martiri di Belfiore e altre numerose sale fra cui quelle dell’appartamento di Isabella, ricche di opere d’intarsio e d’intaglio in legno dorato e di altri ornamenti.

 

Mantova-Basilica_Palatina_di_Santa_Barbara1.jpgIl Castello, inoltre, possiede angoli suggestivi come la piazza Castello dove si trova la Basilica di Santa Barbara, chiesa palatina annessa al Castello, magnifica costruzione cinquecentesca  fatta erigere dal duca Guglielmo Gonzaga II su progetto del  Bertani; essa, ha la dignità di basilica. D’ammirare il campanile che termina con una originale edicola circolare.

VISITE GUIDATE

alle ore 11.00 e alle ore 15.00 partiranno le visite guidate al percorso museale ordinario, alle ore 11.15 e alle ore 15.15 le visite alla mostra “Albrecht Durer, come sentirò freddo dopo il sole”

Servizio visita guidata € 5 a persona

Prenotazioni presso la biglietteria tel. 0376 224832

Biglietto d’ingresso al Museo intero € 12 a persona

Annunci

Rispondi