MANTOVA – MUSEO DI PALAZZO DUCALE: PRIMA DOMENICA DEL MESE VISITE GUIDATE

castello-di-san-giorgioDomenica 6 novembre ritorna l’appuntamento con #domenicalmuseo e si entra gratuitamente nei luoghi d’arte statali. L’ingresso al Castello di San Giorgio e alla Camera degli Sposi sarà consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili. 

Il Castello di San Giorgio fa parte del palazzo: troviamo qui la Camera Picta o Camera degli Sposi, vero gioiello d’arte con le pareti e il soffitto affrescati tra il 1469 e il 1474 dal Mantegna mediante una specie di poema pittorico che raffigura varie scene della vita dei Gonzaga e che costituisce una delle più superbe realizzazioni pittoriche di tutti i tempi.

Il castello racchiude inoltre gli ambienti che furono tenuti prigionieri prima della morte, i Martiri di Belfiore e altre numerose sale fra cui quelle dell’appartamento di Isabella, ricche di opere d’intarsio e d’intaglio in legno dorato e di altri ornamenti.

Uscendo dall’edificio osserviamo l’imponente costruzione del Castello di San Giorgio che si erge dal suo profondo fossato con quattro torrioni angolari merlati. Davanti ad esso il ponte di San Giorgio che si protende fra il Lago di Mezzo e il Lago Inferiore.

Il Castello, inoltre, racchiude angoli suggestivi come la solitaria piazza Castello che un tempo fu anche il mercato dei Bozzoli e la basilica palatina di Santa Barbara, chiesa di corte inserita nel complesso del Palazzo Ducale fatta erigere dal duca Guglielmo Gonzaga II su progetto di Giovan Battista Bertani; essa, ha la dignità di basilica.

Si ricorda che nelle domeniche ad ingresso gratuito non si prendono prenotazioni.

Come di consueto sarà attivo il servizio di visite guidate ad orario fisso con partenze alle ore 10.00, 11.00, 12.00, 15.00 e 16.00 per la visita del percorso museale ordinario.

Visita alla mostra “Albrecht Dürer, come sentirò freddo dopo il sole”.

Una esposizione dedicata a Albrecht Dürer (1471-1528) e ai suoi rapporti con l’arte italiana e in particolare con le incisioni di Mantegna che furono per il pittore tedesco un tramite indispensabile per accostarsi all’arte antica.

Sono una settantina le opere tra cui un nucleo di prestigiosi prestiti dall’Albertina e dal Kupferstichkabinett di Vienna, con cui la mostra è in collaborazione, oltre ad una scultura in bronzo di Leonardo da Vinci raffigurante un cavallo e conservata al Szepmüveszeti Muzeum di Budapest.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino all’8 gennaio 2017. Il percorso è diviso in cinque sezioni precedute da una introduzione didattica che spiega la tecnica dell’incisione rinascimentale.

Partenze per le visite alle ore 11.15 e 15.15. Il servizio di visita guidata costa € 5,00 a persona e si prenota al momento dell’ingresso direttamente in biglietteria.

NUOVI ORARI NELLE DOMENICHE E GIORNI FESTIVI

A partire da domenica 6 novembre 2016 inclusa e fino all’8 gennaio 2017, nelle domeniche e nei giorni festivi infrasettimanali la sezione museale di Corte Vecchia sarà aperta al pubblico dalle ore 9.45 alle ore 19.15.

Nessuna variazione invece sarà apportata agli orari di visita del Castello di San Giorgio e del servizio di biglietteria.

Rispondi