MANTOVA – CONVEGNO COLDIRETTI: GIAN CARLO CASELLI HA PARLATO DI ECONOMIA E LEGALITÀ NELL’AGROALIMENTARE

osservatoriocaselli-parla-di-legalita-agroalimentare

“Legalità come bene diffuso e opportunità di crescita per l’economia” questo è il titolo del convegno che si è tenuto questa mattina venerdì 3 febbraio al Mantova Multicentre (Mamu), organizzato da Coldiretti Mantova, alla presenza di Gian Carlo Caselli, in qualità di Presidente Comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare e di Stefano Masini, responsabile nazionale Ambiente di Condiretti.

Caselli, magistrato in pensione dal dicembre 2013, componente del Csm dal 1986 al 1990, Procuratore capo di Palermo per quasi sette anni, ora guida il Comitato scientifico dell’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare”, la fondazione voluta e costituita da Coldiretti per diffondere la conoscenza e la consapevolezza del patrimonio agroalimentare italiano con l’obiettivo di creare un sistema coordinato e capillare di controlli idonei a smascherare i comportamenti illegali.

Con il magistrato ha dialogato Stefano Masini, responsabile dell’area Ambiente e Territorio della Confederazione nazionale Coldiretti.

agroalimentare3.jpg

Nel corso del convegno è intervenuto anche il Presidente di Coldiretti Mantova Paolo Carra sottolineando come questo strumento possa divenire  una condizione essenziale per lo sviluppo dell’economia italiana. Inoltre, ha spiegato come vi sia la necessità, vista anche l’ingente somma di risorse economiche che ruotano in questo ambito, di proseguire senza sosta e senza indugio  nella lotta ai fenomeni di criminalità organizzata presenti nel settore agroalimentare.

Questo impegno se affrontato nei termini esposti anche durante il convegno, genera vantaggi in termini ambientali, sociali e occupazionali. Da qui il titolo scelto per il convegno: la legalità rappresenta un’opportunità di crescita per la nostra economia”.

(G.B.)

(photo da depliant Osservatorio sulla criminalità)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.