GAZOLDO D/ IPPOLITI – Alla Postumia apre la mostra “La luce dei maestri veneti nei quadri di Maddalena Sacchi”

14088593_334788943521306_1269142171403445153_n.jpg

Un interessante pomeriggio di intrattenimento è stato programmato DOMENICA 2 APRILE ORE 16.30 dall’Associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti (piazzetta Postumia 2), a partire dalla bella mostra di pittura di Maddalena Sacchi “La luce dei maestri veneti nei quadri di Maddalena” , che rimarrà aperta fino al 1° maggio.

L’artista persegue la sua autonoma ricerca della “bella” pittura attraverso l’intimismo, il gusto per i toni sommessi e preziosi, i sapienti e vigorosi rapporti tra luce ed ombra. Maddalena, invero, ha guardato la luce come dato naturale ed i maestri veneti che magistralmente l’hanno resa sulla tela, facendo di questo mirabile elemento il filo conduttore della sua pittura. A noi, suoi giovani amici del periodo acquanegrese, piace altresì cogliere nelle sue opere la forza e la grazia al tempo stesso di quella terra a lei ed a noi cara, ricca di storia, di fede, di passioni civili e di incancellabili ricordi.

Maddalena Sacchi vive e lavora ad Arbizzano di Negrar (Verona)

Gilgamesh edizioni presenta “NELLA LEGIONE DI CONFINE” di Mauro Novellini; con l’autore ne parlano il postumiatis Mario Madella, il presidente del Centro per i Problemi dell’Anziano/Università della Terza Età di Mantova Antonio Badolato e l’editore Dario Bellini.

nella legione di confine.jpg
È l’anno 1129 dalla fondazione di Roma (376 d.C.). Marcello, giovane e brillante oratore, lascia la capitale, gli affetti e un avvenire sicuro per arruolarsi nelle legioni di stanza sul confine danubiano. Tra partenza e ritorno a Roma (trent’anni dopo) vi sono esercitazioni, battaglie, rivolte, spedizioni in terra straniera, relazioni sentimentali: tutto ciò che può nascere in una terra devastata…

Mauro Novellini abita con la famiglia a San Martino dall’Argine e insegna letteratura italiana e latina al Liceo Scientifico Belfiore di Mantova. Con questo libro egli sperimenta il genere del romanzo storico e insieme quello dell’autobiografia. Egli si pone altri due obiettivi: accendere i riflettori su un periodo piuttosto oscuro della storia romana; dimostrare che in quella storia di violenza e declino sta “in nuce” e in gran parte anche il nostro patrimonio genetico… da leggere d’un fiato, com’è stato del suo precedente “giallo” “Re infecta”!

francesca falco

Studio 53 Teatro eventi presenta: Francesca Falco in “Ho rischiato di sposare il mammone –  tutto quello che le donne pensano degli uomini ma non hanno il coraggio di confessare” – monologo teatrale comico – progetto e regia di Paolo D’Anna – assistente alla regia Guido Rizzone.

UNIONE DI MANTOVA.jpgMostra di documenti, lettere, stampe, immagini e armi del Risorgimento Mantovano a cura di Sergio Leali, Alberto Riccadonna e Valerio Sometti sul 150° Anniversario dell’unione di Mantova all’Italia.

Orari di apertura: tutti i giorni dalle ore 16.30 alle ore 18.30 Possibilità di visite guidate su prenotazione: tel. 333.1286156 – 339.8959081

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.