REGGIOLO – NUOVA LUCE PER CORTE SANTACHIARA: DOMENICA 1° OTTOBRE INAUGURAZIONE E PRESENTAZIONE DI UN LIBRO

Corte_Santachiara.png

Dopo i lavori di restauro post-sisma, domenica 1 ottobre una delle più belle corti reggiolesi aprirà le porte per l’inaugurazione. Corte Santachiara, in via Gavello, proprietà di Flora e Gianna Santachiara ha un valore storico importante per Reggiolo. Qui visse anche l’artista reggiolese Carlo Santachiara, fumettista, scultore e grafico, scomparso a Bologna nell’anno 2000. Proprio nella soffitta dell’edificio sono stati ritrovate alcune opere dell’artista, le cui immagini potranno essere ammirate durante l’inaugurazione. L’appuntamento è fissato per le ore 17 e sarà l’occasione per presentare un volume dedicato alla ricostruzione della villa.

Una pubblicazione che raccoglie anche le immagini fotografiche dei disegni inediti recuperati di Carlo Santachiara. All’evento, coordinato dall’assessore comunale alla Cultura e Ricostruzione Franco Albinelli, interverranno il sindaco di Roberto Angeli, il progettista Claudio Ceresollae lo storico Franco Canova.

Gli interventi di restauro della villa, avviati nel 2015 grazie ai contributi della Regione Emilia Romagna per la ricostruzione post-sisma, si sono conclusi a metà settembre restituendo nuova luce a una delle 80 corti storiche reggiolesi.

Il sisma è stato un duro colpo per tutta la comunità – spiega l’assessore alla Cultura e alla ricostruzione Franco Albinelli – ma ci ha senza dubbio resi più sensibili e consapevoli del nostro patrimonio. Oggi siamo più attenti nell’osservare il territorio, le campagne costellate di corti, palazzi rurali con una storia che vale davvero la pena promuovere e raccontare. Dare nuova vita a questi edifici rappresenta un dovere pubblico che l’Amministrazione di Reggiolo sta cercando concretamente di portare a termine entro le scadenze stabilite dalle regole europee”.

La Corte Santachiara di via Gavello – spiega ancora l’assessore – rappresenta una tipica corte reggiolese. Il complesso rurale, con l’elegante casa padronale, era già presente nelle carte catastali di fine ‘700. La pubblicazione che presenteremo racchiude le immagini fotografiche del palazzo col ripristino dei vari fabbricati. Il volume è impreziosito da alcune fotografie raffiguranti alcuni inediti e originali disegni di Carlo Santachiara ritrovati in soffitta. Purtroppo non siamo riusciti a strapparli dal muro, ma è stata  sensibile premura dei proprietari, Flora e Gianna Santachiara e dell’architetto Claudio Ceresolla fotografarne i tratti per poterli presentare nel volume curato dal professor Franco Canova con la competenza e passione che lo contraddistingue”.

Agli interventi seguirà un buffet preparato dall’Avis di Reggiolo.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.