EDOARDO RASPELLI: MELAVERDE DOMENICA 25 NOVEMBRE al FRANTOIO GIOVANNI SALVAGNO di VERONA

Raspelli 1.jpgEdoardo Raspelli, giornalista e “cronista della gastronomia”, è al fianco di Ellen Hidding nel condurre la trasmissione creata da Giacomo Tiraboschi il 20 settembre del 1998 e che quest’anno ha compiuto 20 anni e superato la quota delle 600 puntate.

Domenica 25 novembre alle ore 11.00 Edoardo Raspelli, per Le Storie di Melaverde ci porta di nuovo a visitare un’azienda modello che produce latte che a sua volta viene utilizzato per la produzione del Grana Padano, il formaggio italiano più venduto nel mondo.

Raspelli - vigneti La Perla.jpg

Si tratta dell’azienda agricola La Perla del Garda dei fratelli Giovanna ed Ettore Prandini, neo presidente nazionale della Coldiretti.

Ci faranno vedere cosa vuol dire oggi produrre latte al massimo della qualità,  affrontando anche le tematiche più importanti che negli ultimi decenni hanno interessato e cambiato il settore lattiero caseario italiano.
Non si parlerà solo di latte, ma anche di un altro grande prodotto, il vino che nasce sulle colline moreniche del basso Lago di Garda  e di tutti gli altri più importanti prodotti targati Lombardia.

edoardo raspelli olive

Alle ore 11.50 – MELAVERDE Prima Visione si trasferisce  a Verona, al Frantoio Salvagno, con “95 sfumature d’olive“.
Nella nuova puntata di Melaverde, nella Prima Visione numero 604, Edoardo Raspelli sarà in Valpantena nella campagna veronese, un lembo di terra a pochi chilometri da Verona e dal Lago di Garda che si sviluppa alle pendici dei monti Lessini. Grazie al suo microclima la Valpantena accoglie da sempre i grandi vini veronesi, ma accanto alle vigne, nei secoli, sono cresciute due varietà di olive autoctone che grazie al loro olio hanno dato il via ad una vera e propria tradizione di olivicoltura.

Ne sa qualcosa la famiglia di Giovanni Salvagno che da sei generazioni coltiva e lavora le olive di queste varietà nel suo antico frantoio, producendo olio extravergine. Il percorso parte dagli uliveti dove si vedranno le diverse tecniche di raccolta e, successivamente, nel frantoio storico che ancora oggi muove le molazze del 1923 per poi scoprire le tecniche moderne di spremitura dove la tecnologia favorisce l’alta qualità.

Ma quali sono le caratteristiche di questo olio veronese?

“Lo scopriremo insieme e impareremo ad utilizzarlo in cucina ed a gustarlo”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.