SAN BENEDETTO PO – LA MATERIA E LA CREAZIONE IN ESPOSIZIONE AL REFETTORIO MONASTICO

LOCANDINA MATERIA E CREAZIONE.jpg“La Materia e la Creazione”. L’arte contemporanea si affianca all’affresco del Correggio nel complesso dell’Abbazia di San Benedetto Po, dal 16 marzo al 7 aprile 2019. Grande evento d’arte quello che si inaugura sabato 16 marzo alle ore 17.30 al Refettorio monastico dell’Abbazia in Polirone di San Benedetto Po (Mantova). Nato dal progetto dell’Associazione Culturale Galleria Onirica “La Materia e la Creazione” porta in esposizione il lavoro di artisti che utilizzano ogni tipo di elemento, sostanza o tecnica per plasmare e produrre oggetti, sculture, installazioni e dipinti.

Alla presenza del sindaco Roberto Lasagna, dell’assessore alla cultura e turismo Vanessa Morandi e parte della giunta comunale, la mostra sarà presentata al pubblico dalla curatrice Barbara Ghisi.

Tra gli artisti mantovani il compianto pittore, scenografo e scultore storicizzato Domenico “Memo” Fornasari, Marco Bertolasi e Marzia Roversi di Poggio Rusco, Franca Goldoni di Quingentole e Cristina Simeoni di Piubega.

Mantovano di Cerese ma veronese di nascita invece lo scultore Flavio Bregoli.

Tra gli artisti modenesi: la stilista e designer internazionale Daniela Dallavalle di sede a Carpi, la pittrice e ceramista Carla Costantini, il pittore Adelco Cesari in arte Varren, Paola D’Antuono pittrice e fotografa, la creativa Lucia Leopardi residente da anni sull’Isola d’Elba, il duo Malafede composto da Federica Venier e Marco Grande scultori, le pittrici Chiara Napolitano e Maria Luisa Stefanini, lo scultore del legno Nino Orlandi e Maria Cristina Neviani che realizza bassorilievi con resine luminescenti. Vivono e lavorano a Modena da anni il ceramista Lino Bianco nato però a Torino e il pittore Alberto Zecchini nato a Reggio Emilia.

Da Bologna e provincia giungono: l’artista e imprenditore Maurizio Carpanelli, la ceramista e scultrice Cristina Scalorbi di Vado-Monzuno, il pittore Leonardo Savini e l’architetto e artista Giuseppe Zini entrambi di Bazzano.

Da Verona gli artisti Claudio Perina e Marialuisa Quaini acquerellista, nata però a Milano.

Da Brescia lo scultore Flavio Pellegrini. Da Fiesso Umbertiano in provincia di Rovigo lo scultore e incisore prof. Claudio Scaranari.

Catalogo in omaggio a tutti i visitatori.

La mostra resterà in visione al pubblico fino a domenica 7 Aprile, sabato e domenica ore 10.00-12.00 e 15.00-18.00; durante la settimana solo su prenotazione all’Infopoint tel. 0376.623036.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.