REGGIOLO – RICOSTRUZIONE POST SISMA: CONTRIBUTI A RISCHIO PER PRIVATI. ANGELI: abbiamo sollecitato più volte sia i tecnici sia i proprietari per farci arrivare nei tempi tutta la documentazione

Roberto Angeli-sindaco di ReggioloA Reggiolo è corsa contro il tempo per poter accedere ai contributi destinati alla ricostruzione privata post sisma. Ad oggi la scadenza per ricevere il contributo che permetterà di avviare i cantieri è fissata dalla Regione al 31 ottobre 2019 e a Reggiolo le pratiche ancora da accettare, a causa di ritardi e necessità di integrazioni da parte dei tecnici privati incaricati dalla committenza, sono 30.

Un numero preoccupante visto il tempo a disposizione.

In queste settimane – ha commentato il sindaco Roberto Angeli – abbiamo sollecitato più volte sia i tecnici sia i proprietari per farci arrivare in tempi consoni tutta la documentazione per il controllo, ma a 20 giorni dalla scadenza ancora una trentina di pratiche sono incomplete. In alcuni casi nella documentazione manca proprio il progetto o il computo metrico, elementi essenziali per esaminare l’intervento e concedere il contributo. Se le pratiche non arriveranno nei tempi fissati dalla Regione si rischia di perdere il diritto ad avere il contributo”.

Nell’arco dell’ultimo mese le ordinanze di assegnazione di contributo sono state sei per un importo totale di 3,8 milioni di euro. Ad oggi i cantieri aperti a Reggiolo sono 66, mentre i cantieri terminati completamente sono ben 222. Un totale di circa 288 cantieri che andrebbe sommato ai 30 che dovrebbero partire dopo l’accettazione delle relative pratiche. Di queste ben 26 sono state rigettate perché non rispondenti alle ordinanze regionali.

Il totale dei contributi per la ricostruzione privata è di circa 120 milioni di euro, di cui 100 milioni già liquidati alle imprese che hanno eseguito i lavori.

Queste settimane – ha concluso Angeli – saranno una vera e propria volata finale per i tecnici. L’Amministrazione comunale ha dato la disponibilità di incontri con i funzionari comunali al fine di aiutare a sbloccare le situazioni più complesse e permettere di far partire al più presto il cantiere”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.