MEMORIA e RICORDO: A CASALOLDO LE CELEBRAZIONI IN RICORDO DELLE VITTIME DELLA SHOAH E DELLE FOIBE

La giornata della Memoria sarà onorata in un modo, ma del tutto particolare a Casaloldo. Di prima mattina, un gruppo di oltre 60 persone, con a capo il Sindaco, Emma Raschi, e il Presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci, Gian Agazzi, si radunerà nella piazza principale e partirà in direzione del capoluogo.

Qui i Casaloldesi saranno accolti presso il Teatro Bibiena dove, alle ore 10:00, inizierà una cerimonia ufficiale, officiata dal Prefetto di Mantova.

Chi sono tutte quelle persone chiamate a raccolta?

Sono i familiari dei 33 internati militari che hanno ottenuto dal Comitato ministeriale l’onorificenza della Medaglia d’onore alla memoria, in ricordo del loro gesto di resistenza passiva nei confronti del nazifascismo dopo l’8 settembre 1943. Gli internati di Casaloldo, come altri 700.000 Italiani, preferirono scegliere la dolorosa via dei campi di concentramento tedeschi piuttosto che tornare dalle loro famiglie ma dover combattere nell’esercito tedesco contro i loro fratelli. Per questa loro scelta subirono 18 mesi di fame, sofferenze, lavoro forzato e lontananza dagli affetti.

Dopo 75 anni è doveroso che questa vicenda che ha coinvolto tanti Casaloldesi e che è rimasta a lungo nell’oblio, venga finalmente ricordata, proprio nella Giornata della Memoria.

Una volta tornati a casa, il Sindaco e il Presidente dell’associazione Combattenti andranno a salutare a casa sua l’unico Internato casaloldese ancora vivente, Luigi Bertani, che è già stato insignito della Medaglia anni or sono e che è la memoria vivente di questa vicenda.

Il prossimo 2 giugno, festa della Repubblica, sarà premiato un altro gruppo di Internati casaloldesi, la cui domanda è in fase di valutazione e, speriamo, di approvazione.

La Giornata della Memoria sarà poi completata da un imperdibile evento serale.

MEMORIA.jpg

Al teatro Soms, alle ore 20.30, la locale sezione dell’associazione Combattenti e Reduci e il Comune di Casaloldo ospiteranno la professoressa Maria Bacchi  che presenterà il suo ultimo libro Cercando Luisa.

Maria Bacchi ha dedicato gli ultimi vent’anni alla ricerca di notizie riguardanti la vita di Luisa Levi e alla presentazione nelle scuole della sua opera. Chi era Luisa Levi?

cercando luisa.jpgLa più giovane deportata mantovana, uccisa nei campi di sterminio nazisti per motivi razziali.  Il 10 gennaio scorso, soprattutto  grazie alle ricerche di Maria Bacchi,  davanti all’abitazione della famiglia Levi a Mantova sono state poste 4 pietre di inciampo per ricordare Luisa, la sorella e i genitori, che patirono la stessa sorte. Supportata dalle sue ricerche, la professoressa Bacchi parlerà della sua esperienza sul tema della Memoria storica nella società civile e nelle scuole, nonché  della segregazione ebraica nel Mantovano. La serata a Casaloldo sarà condotta sotto forma  di un dialogo, ricco di domande e risposte.

Chi dimentica il passato è condannato a riviverlo”. Questa citazione di Primo Levi ci sollecita a coltivare la memoria  delle tragedie del secolo scorso, per orientare le nostre scelte presenti. Per concretizzare questo esercizio di recupero del passato, l’associazione Combattenti e Reduci e il Comune di Casaloldo propongono un altro evento la serata del 6 marzo (Casaloldo, teatro Soms, ore 20.30) : We can be heroes.

Nella Giornata europea dei Giusti, il Falcone Choir Band  presenterà con testi e musica alcune figure di Giusti e i valori che  li hanno animati, affinché anche noi possiamo essere eroi. Non mancheranno interessanti e inediti riferimenti ad episodi di storia casaloldese, per dimostrare e onorare  l’eroismo  quotidiano e silenzioso di persone semplici.

Ogni dramma va giustamente ricordato e ogni vittima va giustamente onorata. Per celebrare il Giorno del Ricordo che lo Stato italiano ha voluto fissare il 10 febbraio per “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli Italiani e di tutte le vittime delle foibe” (legge 92 del 30 marzo 2004), Casaloldo si trasferirà ad Asola per assistere allo spettacolo di e con Simone Cristicchi  intitolato Esodo, in calendario il 12 marzo alle ore 21 presso il teatro San Carlo.

Info e prenotazioni presso la biblioteca comunale tel. 0376 74639

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.