SANIFICAZIONE, PALAZZI: “Tutto pronto per i bimbi. Grande aiuto dai redditi di cittadinanza ”

Palazzi: “I bimbi torneranno a giocare nelle aree giochi e chi prende il reddito di cittadinanza si rende utile alla comunità. Dal 3 giugno si aprono le aree giochi

Mantova, 20 maggio – L’Amministrazione, nel corso della odierna seduta di Giunta tenutasi mercoledì 20 maggio in via telematica, ha dato il via libera al Puc, il Progetto Utile alla Collettività, che prevede la pulizia e sanificazione delle aree attrezzate destinate all’infanzia presenti nei parchi e nei giardini pubblici della città, da parte di un selezionato gruppo di cittadini che beneficiano del Reddito di Cittadinanza.

I beneficiari del Reddito di Cittadinanza sono infatti tenuti a svolgere, per almeno 8 ore settimanali, progetti utili per la comunità del Comune in cui risiedono. Responsabile dei Puc è il Comune, che li può attuare in modo autonomo oppure in collaborazione con altri soggetti pubblici o con enti del Terzo Settore.

ANDREA CAPRINI

“I servizi sociali – ha osservato l’assessore al Welfare Andrea Caprini – hanno raccolto immediatamente l’idea lanciata dal sindaco Mattia Palazzi, perché questa azione coniuga da un lato il diritto dei bambini e delle famiglie di ritornare alla normalità e poter giocare all’aperto, però garantendo condizioni di assoluta sicurezza come prescritto dai protocolli sanitari. Dall’altro è un modo concreto per riattivare e includere nella comunità i cittadini aiutati dallo Stato tramite il Reddito di Cittadinanza, che finalmente si sentiranno coinvolti in un progetto utile alla loro comunità. Siamo già stati contattati anche da semplici cittadini che si sono offerti come volontari per mettersi a disposizione della città. Sono messaggi positivi perché è attraverso queste esperienze che si rinsalda la coesione sociale e si resta uniti”.

Questo progetto sarà coordinato dall’associazione Libra onlus, che ha maturato una consolidata esperienza nella realizzazione e gestione di progetti di utilità sociale, naturalmente sotto la supervisione del Comune.

Nella nostra città gli spazi attrezzati dedicati allo svago all’aperto dei bambini sono ben 52, un numero importante frutto della scelta da parte dell’Amministrazione Palazzi di dotare la città di un numero consistente di queste aree.

Nei prossimi giorni le assistenti sociali del Comune selezioneranno un gruppo tra le 20 e 30 unità, verificandone l’idoneità all’attuazione di questa opera, con l’obiettivo, ha annunciato l’Amministrazione, di vedere la riapertura delle aree e delle giostrine già il 3 giugno. L’Amministrazione infatti tiene a restituire alle famiglie e ai bimbi questa possibilità di gioco all’aria aperta quanto prima, dopo il lungo periodo di lockdown.

Ricordiamo che il recente decreto governativo del 17 maggio, dettando le disposizioni per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da covid-19, nelle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzative di socialità e gioco per bambini ed adolescenti” subordina la riapertura di parchi e giardini pubblici all’esecuzione, da parte del Comune, della manutenzione ordinaria quotidiana degli spazi gioco, attraverso la pulizia approfondita e frequente delle superfici più toccate delle attrezzature per l’infanzia con detergente neutro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.