AGRICOLTURA. SEMPLIFICAZIONE, FINANZIAMENTI E AIUTI: ECCO LE MISURE DELL’EMILIA ROMAGNA

L’assessore Mammi. “Al lavoro insieme per condividere idee e intenti comuni sul futuro agricolo del territorio”

Alessio Mammi

Bologna, 5 giugno – Un tavolo semplificazione regionale per rendere più facili e veloci tutte le procedure amministrative, i contributi per sostenere agriturismi e giovani imprenditori nella fase di ripresa delle attività post emergenza coronavirus, il punto sulla richiesta avanzata dalla Regione al Governo per la dichiarazione dello stato di calamità per le imprese colpite dalle gelate di aprile.  

Sono questi i punti principali affrontati ieri, giovedì 4 giugno, nel corso di un incontro tra l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, e il consiglio regionale di Coldiretti, che si è svolto nella sede dell’associazione a Bologna, in via Galliera.

“Un incontro molto importante e produttivo- ha dichiarato Mammi– che ci ha permesso di condividere idee e intenti comuni sul futuro agricolo del territorio regionale. Ho ascoltato con attenzione i problemi e le proposte che mi sono state sottoposte e sono convinto che ci siano tutti gli elementi per poter lavorare insieme”.

Tra le nuove misure individuate dalla Regione per rendere più rapida e veloce l’azione amministrativa, il lancio imminente di un “tavolo di semplificazione” sulle procedure e le azioni dell’assessorato, al quale, oltre a tecnici e funzionari di Viale Aldo Moro, verranno coinvolte le confederazioni agricole. E poi l’estensione dei contributi da 1500 a 2mila euro per le strutture agrituristiche alle prese con gli effetti del lungo lockdown. Ancora, l’esaurimento delle graduatorie dei bandi presentati dai giovani imprenditori agricoli, per un valore complessivo di 15,5 milioni di euro per 72 progetti finanziati. 

Infine, il punto sulla richiesta già inoltrata al Parlamento e alla ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, per la deroga alla legge 102 a favore di finanziamenti per le devastanti gelate che hanno interessato l’ortofrutta emiliano-romagnola tra la fine del mese di marzo e gli inizi di aprile e che hanno causato ingenti danni ad aziende e lavoratori.

Da parte di Coldiretti, illustrate tre proposte di iniziative legislative su agricoltura sociale, agriturismi e credito d’imposta.

“Ringrazio Coldiretti per il lavoro svolto in questi mesi difficili, per i suggerimenti e gli stimoli costanti- ha sottolineato Mammi al termine dell’incontro-. Grazie anche per i servizi erogati sul territorio e per quanto fa ogni giorno nel rappresentare le esigenze delle imprese agricole. Un lavoro prezioso portato avanti con lungimiranza, fondamentale per chi deve prendere decisioni pubbliche e istituzionali in un settore così rilevante per la vita di tutte le nostre comunità e per il futuro del Paese”.

“Confronto, dialogo, ascolto saranno un metodo costante che ho garantito al consiglio regionale di Coldiretti e confermerò con azioni concrete- ha chiuso l’assessore-. Nel rispetto dei ruoli la piena volontà di collaborare per l’interesse generale dello straordinario sistema agricolo dell’Emilia-Romagna”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.