COTIGNOLA: 23 MILA EURO DONATI ALL’OSPEDALE DI LUGO GRAZIE ALLE OPERE D’ARTE AGGIUDICATE ONLINE

Oltre 160 le opere d’arte aggiudicate online. La soddisfazione dell’Amministrazione comunale

Alcune delle opere in galleria

Alcune opere in galleria

Cotignola, 16 giugno – È stata interamente devoluta all’ospedale “Umberto I” di Lugo la somma raccolta grazie alla raccolta fondi “Selvatico contro Covid-19”: si tratta di 23.630 euro, ottenuti grazie alla vendita di oltre 160 opere e che saranno destinati al potenziamento del reparto di terapia intensiva del presidio lughese.

La campagna, partita dal Museo civico “Luigi Varoli”, si è avvalsa della vasta rete di artisti provenienti da tutto il territorio nazionale e che si sono avvicinati a Cotignola grazie a Selvatico, la rassegna di arte contemporanea diffusa sul territorio.

È stata creata una galleria virtuale sul sito www.museovaroli.it con le opere messe a disposizione da oltre 100 artisti, per una vendita online a prezzi notevolmente ribassati rispetto al valore di mercato. La raccolta, tuttora fruibile online, spazia tra disegno pittura, fotografia e scultura. Gli artisti hanno partecipato nel corso degli anni, oltre che a “Selvatico”, anche al progetto di street art “Dal museo al paesaggio” e alla città dei bambini “Saluti da Cotignyork”.

L’Amministrazione comunale di Cotignola ha inviato nei giorni scorsi una lettera di ringraziamento sia agli artisti, sia agli acquirenti delle opere.

Davide Reviati

Davide Reviati

“Siamo sorpresi e felici per la grande generosità dimostrata, la qualità dei lavori donati, i numeri finali dell’intera operazione – si legge nella lettera a firma del sindaco Luca Piovaccari e dell’assessore alla Cultura Federico Settembrini -. Il nostro ringraziamento va agli artisti, agli acquirenti, ma anche a tutti i giornalisti e appassionati che hanno condiviso l’operazione. Un ringraziamento speciale va a Marilena Benini che, oltre ad aver donato un suo lavoro, ha costruito e gestito a titolo volontario la galleria web. L’auspicio è di potersi rivedere presto, per nuove forme di collaborazione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.