MANTOVA – Via libera al protocollo d’intesa per la promozione dell’enogastronomia nella Lombardia orientale “EAST LOMBARDY”

La Giunta Palazzi, martedì 25 gennaio, ha approvato il protocollo d’intesa per la promozione dell’enogastronomia nella Lombardia orientale “East Lombardy”.

Dopo l’esperienza realizzata negli anni scorsi, è stata valutata positivamente la partecipazione a questo progetto che valorizza il territorio lombardo dal punto di vista turistico e gastronomico in partenariato con Regione Lombardia, Comuni di Cremona, Bergamo, Brescia, Camera Commercio di Bergamo, Camera di Commercio di Cremona e Università degli Studi di Bergamo, coinvolgendo altri soggetti del territorio mantovano. La collaborazione prosegue, quindi, per sviluppare la competitività e l’attrattività complessiva del sistema economico locale, anche attraverso la sperimentazione nuove attività integrate.

European Region of Gastronomy ha permesso di valorizzare la gastronomia nel territorio della Lombardia Orientale in una logica esperienziale, di promuovere la filiera della gastronomia e sostenere la fruizione di percorsi turistici anche di riscoperta della gastronomia tradizionale e d’autore.

I soggetti promotori, agendo nell’ambito dei protocolli d’intesa suddetti hanno sviluppato una serie di azioni di promozione e di comunicazione per generare attrattività sulla base dell’integrazione tra risorse turistiche, ricettive, commerciali e quelle della filiera della ristorazione lombarda, qualificando nel contempo il sistema dell’offerta turistico e commerciale.

Inoltre, il riconoscimento di Bergamo e Brescia Capitali italiane della cultura 2023 è un ulteriore fattore che spinge per la prosecuzione del progetto con l’obiettivo di ampliare la rete degli operatori aderenti, di implementare la comunicazione e la promozione in Italia e all’estero.

La gestione amministrativa del progetto è affidata a Turismo Bergamo, società consortile partecipata dal Comune e dalla Camera di Commercio di Bergamo, che opererà secondo le linee indicate dal Tavolo Politico. Per il Comune di Mantova è prevista una quota di partecipazione 20mila euro per le azioni da mettere in atto quest’anno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.