PROMOZIONE TURISTICA DELLA CITTÀ : TAVOLO DI LAVORO TRA MANTOVA E IL CONSORZIO LAGO DI GARDA LORMBARDIA

Nascono nuovi e stretti legami tra la città di Mantova e la sponda bresciana del Lago di Garda. Nella mattina di lunedì 14 marzo, presso lo Spazio Te a Palazzo Te, infatti, si è svolto un tavolo di lavoro che ha visto cooperare il Comune di Mantova con il Consorzio Lago di Garda Lombardia, uno tra i più grandi d’Italia, per studiare nuove strategie e mettere in campo delle azioni che possano sviluppare maggiormente il flusso turistico.

L’obiettivo principale è quello di coinvolgere gli associati al Consorzio nella promozione della città di Mantova.

I saluti iniziali sono stati portati dal vicesindaco Giovanni Buvoli che ha illustrato ai presenti tutte le eccellenze del Capoluogo virgiliano ed elencato tutte le azioni che sta portando avanti l’Amministrazione comunale, in collaborazione con enti, associazioni e operatori, sul versante del turismo.

Tavolo Mantova – Lago di Garda Lombardia

“Abbiamo molte idee per unire maggiormente i nostri territori – ha detto Buvoli – e per attivare strategie che possano mirare ad incrementare maggiormente il nostro futuro turistico. Naturalmente, i nostri punti di forza sono il patrimonio storico artistico, le manifestazioni culturali, ma anche il lavoro per valorizzare i progetti di destinazione turistica sostenibile, tra cui Mantova città d’acque e natura e le eccellenze enogastronomiche”.

Oltre i collegamenti via acqua, sono sti presi in esame i percorsi ciclabili e gli itinerari di valenza storico-artistica. Infine, il vicesindaco ha fatto sapere che presto presso l’Infopoint dell’aeroporto di Orio al Serio nascerà uno spazio per promuovere anche la città di Mantova. Anche il direttore storico del Consorzio, Marco Girardi, tra gli organizzatori dell’incontro, ha portato un saluto a tutti i presenti, oltre a chiudere il tavolo di lavoro.

“Siamo a Mantova oggi per sottolineare la nostra vicinanza e la volontà concreta di trovare proficue collaborazioni – ha detto il presidente del Consorzio Massimo Ghidelli –. Ci sono tante cose da fare insieme e saranno importanti i confronti tra gli enti e gli operatori per sviluppare delle nuove opportunità di turismo. Questo è un punto di inizio vero di confronto e lavoro tra le nostre realtà e penso che sarà un ‘arricchimento’ per entrambi i territori”.

Poi l’incontro è entrato nel vivo con gli interventi, le esperienze e le riflessioni dei vari imprenditori, associazioni e operatori turistici del territorio mantovano e del Garda, in particolar modo dei professionisti del settore alberghiero, tour operator specializzati in incoming turistico nazionale e internazionale, specialisti del bike e del turismo culturale.

Tante proposte concrete sono uscite durante gli interventi che si sono succeduti in quasi tre ore di tavolo di lavoro. Per esempio, di collocare presso il nuovo Infopoint della stazione ferroviaria di Desenzano, che verrà installato a breve, del personale mantovano dedicato alla promozione turistica, oltre del materiale informativo. Altri temi affrontati sono stati il turismo “fuori stagione”, i trasporti e i collegamenti, oltre la promozione del territorio mantovano sul Garda.

La riunione operativa, quindi, è stata un’importante occasione di confronto per promuovere iniziative e trovare strategie comuni utili a dirottare i tanti turisti della sponda lombarda del Garda anche a Mantova.

A conclusione della mattina di lavori, il vicesindaco di Mantova Buvoli, insieme all’assessore comunale Iacopo Rebecchi, hanno ringraziato tutti per la fattiva partecipazione ed evidenziato i punti salienti emersi, su cui si concentreranno i progetti comuni:

  • Miglioramento del sistema della promozione di Mantova grazie alla diffusione di materiale informativo mirato (eventi culturali, mappa delle ciclovie, servizi di navigazione e servizi per il cicloturismo) presso gli infopoint del Lago di Garda, con particolare interesse al nuovo spazio in apertura presso la stazione ferroviaria di Desenzano, e organizzazione di giornate formative per gli operatori degli infopoint del Garda;
  • Avvio di una collaborazione tra gli Istituti di formazione alberghiera di Mantova e gli hotel e ristoranti del Lago di Garda, che lamentano una forte mancanza di personale formato adeguatamente;
  • Avvio di sinergie tra territori per sviluppare progetti di miglioramento delle connessioni e collegamenti, a partire dal potenziamento della promozione della ciclabile Mantova-Peschiera e lo sviluppo dei percorsi cicloturistici dall’alto Garda Bresciano a Desenzano per arrivare alle Colline Moreniche e a Mantova;
  • Costruzione di pacchetti di incoming tra albergatori del Garda e Mantova per proporre la doppia destinazione Lago+Città d’arte e le proposte di eventi ed animazioni di Mantova.

“Certamente un incontro importante per la promozione e lo sviluppo turistico del nostro territorio, un punto di partenza concreto che getta le basi per una futura e solida collaborazione”  ha affermato Gianluca Bianchi, presidente di Federalberghi-Confcommercio Mantova che ha partecipato al tavolo di lavoro insieme ad una folta delegazione dell’associazione (tra cui Paolo Artelio, membro di Giunta e presidente del Consorzio Lago di Garda Veneto; professionisti della ricettività; ristoratori; guide turistiche).

“Il lago di Garda – continua Bianchi – con i suoi 25 milioni di presenze è il bacino cui guardiamo da sempre con molto interesse: deviare su Mantova anche solo una fetta di questi flussi rappresenterebbe una svolta per l’intera filiera turistica virgiliana. Noi abbiamo bisogno del Garda, ma anche il turismo gardesano ha bisogno di Mantova: la nostra città e il suo territorio, con il suo sterminato e diversificato patrimonio fatto di arte, storia, cultura, natura, enogastronomia, rappresenta senz’altro un arricchimento per i molti turisti che soggiornano sul lago. Per questo occorre puntare sul potenziamento dei collegamenti tra i due territori”.

“Esprimo grande apprezzamento per il lavoro finora svolto dal sistema Mantova per lo sviluppo del turismo e la capacità di sfruttare opportunità e potenzialità come la nuova sinergia con i vari Consorzi gardesani e soprattutto con il Consorzio Garda Unico – ha aggiunto Paolo Artelio –. Il lago di Garda insieme alle città d’arte di altissima qualità come Verona e Mantova possono, anzi, devono costituire una squadra vincente finalizzata a promuovere al massimo queste tre destinazioni, incrementare presenze e permanenza media, e diventando una destinazione unica sempre più competitiva sul mercato turistico internazionale”.

Presto verrà organizzato un nuovo tavolo di lavoro per proseguire il percorso intrapreso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.