PARMA – “Made in Mantova” al Campionato del Mondo di Pizza 2015

Cornelio Marini, Marino Tanfoglio e il pizzaiolo Angelo

di Paolo Biondo

Entusiasmante esperienza per Marco Tanfoglio, fornaio di Marmirolo, che lo scorso 26 maggio è stato protagonista al Campionato Mondiale della pizza che si è svolto a Parma.

Lui unitamente all’esperto cultore della tradizione enogastronomica mantovana, Cornelio Marini, ha presentato nel prestigioso contesto due tipologie di pizze “Made in Mantova” che hanno raccolto ampi consensi tra gli appassionati e i buongustai.

Tanfoglio e Marini, che quest’ultimo, per l’occasione, si è occupato in particolare degli abbinamenti con i vini, sono impegnati da qualche tempo a questa parte nella promozione e sensibilizzazione delle persone nei confronti di un consumo di prodotti che rientrano nella filosofia dell’alimentazione salutistica.

Le due pizze proposte dal fornaio marmirolese partono da un semplice presupposto ovvero, sono preparate dando la massima attenzione ad una particolare levitazione, messa a punto dallo stesso.

Il particolare metodo è basato su l’uso dei lieviti del vino, questo  ha innescato un grande interesse da parte di tutti i pizzaioli in concorso ed anche da parte dell’attrice Serena Autieri in visita come madrina del Campionato del Mondo di Pizza 2015.

La prima pizza proposta, assai gradita dalla nota attrice, è caratterizzata anche dagli alimenti abbinati ovvero crema di formaggio, i fiori di zucca e di sambuco pastellati con contorno di scaglie di avocado.

Giudizi positivi, inoltre, sono stati espressi sia dagli addetti ai lavori e sia dal pubblico per la bellezza e la bontà anche della seconda pizza presentata e denominata “Gourmet” con formaggio Morlacco, punte di asparago, gamberi saltati al Rum e Scampi in posizione dominante.

Un giorno, quindi, molto significativo e di grandissima soddisfazione per Tanfoglio e Marini che hanno potuto contare pure sulla preziosa collaborazione del pizzaiolo Angelo, visto l’interesse che tutti i presenti hanno manifestato nei confronti delle loro pizze mantovane.

Stimoli utili di conseguenza per dare maggiore motivazione ed orgoglio a perseguire il recupero di moltissime ricette dell’enorme patrimonio culturale mantovano in apparenza dimenticato o sottovalutato, ma assolutamente da recuperare per riportare Mantova e la sua tavola ai fasti che ha sempre avuto.

Campionato del mondo della pizza a parte Marino Tanfoglio anche sugli stimoli fornitigli a Cornelio Marini ha sviluppato un progetto legato alla produzione di una tipologia di pane realizzato utilizzando il lievito di vino o meglio con lievito di lambrusco.

Applicazioni queste che venivano fatte nel medioevo dove veniva usato pochissimo  lievito e questo pane antico durava almeno una settimana.

Il lavoro di questi due appassionati cultori della tradizione culinaria popolare è rivolto ad evidenziare tutti gli aspetti positivi di una cucina esistente, ma dimenticata dove il ruolo dell’uomo è determinante la realizzazione, nella produzione dei vari alimenti.

Annunci

Rispondi