GONZAGA–FIERA MILLENARIA: 1000 MODI PER CRESCERE

agri1

di Valeria Pedrazzini

Bimbi…naria: le fattorie del Consorzio Agrituristico Mantovano si fanno scuola e turismo e combattono egregiamente la crisi.

agri4

Proseguono con successo i laboratori “A scuola in fattoria” dedicati ai bambini organizzati dal Consorzio Agrituristico Mantovano “Verdi Terre d’Acqua” presso la Fiera Millenaria di Gonzaga, fino a domenica 13 settembre.

agri6

Dalla costruzione di bambole fatte di pannocchie alla pigiatura dell’uva, da una favola sullo spaventapasseri Spaventocchio alla produzione di pasta fatta a mano, dalla costruzione di animali della fattoria con materiali di recupero ai giochi con gli ortaggi, la rete di fattorie didattiche è presente ogni giorno con un laboratorio diverso: uno per ogni gusto e esperienza.

I bambini scoprono con meraviglia e interesse la campagna e le sue possibilità: attraverso l’ascolto, la manipolazione, l’olfatto e l’azione in un contesto diverso dalla scuola o da casa, imparano ad amare la vita di campagna.

agri5

Con grande curiosità ho partecipato con mio figlio 3enne, domenica 5 settembre, al laboratorio “Una favola di spaventapasseri con Tarcisio” tenuto da agriturismo Corte Gardinala di Moglia di Sermide, presso lo spazio riservato al Consorzio Agrituristico Mantovano all’interno del padiglione 8 Bimbi…naria, dedicato interamente ai bambini. Tarcisio e Mirella ci hanno accolto con passione nella magica atmosfera dello spaventapasseri Spaventocchio, che sentendosi troppo solo nel vasto campo di grano, fa amicizia proprio con una gazza ladra e le lascia mangiare i chicchi di grano e i meloni. Un giorno arriva un gabbiano dal Marocco, diventano amici e regalano a Spaventocchio un po’ di ali per volare via e vivono insieme felici e contenti, come in ogni favola che si rispetti. La favola viene raccontata normalmente in agriturismo, dove i bambini possono vedere con i loro occhi il campo di grano, il nido della gazza, la melonaia e anche i coltivatori provenienti dal Marocco, in un gioco di richiami che li affascina e incanta. Ma Tarcisio e Mirella hanno saputo comunque catturare l’attenzione nei bambini presenti, che hanno partecipato attivamente nascondendo il grano e ridendo dello spaventapasseri che volava. Ed è così, con mia grande gioia, che poi mio figlio ha voluto raccogliere pannocchie da sgranocchiare e costruire insieme un vero, sbilenco, spaventapasseri!

agri9

Vedere mio figlio sgranocchiare una pannocchia, ridere con uno spaventapasseri, seminare le piantine nella terra o annusare le piantine aromatiche per indovinarne la provenienza, mi riporta infatti indietro nel tempo, alle mie settimane in campagna dai nonni, a quell’atmosfera di libertà e gravità, di avventura e senso del dovere, di lavoro e divertimento insieme.

agri7

Pur vivendoci tutto l’anno, in campagna, queste settimane di intensi “laboratori” quotidiani erano tutt’un’altra vita: l’uovo alla coque nel tovagliolo a colazione, i bagni nel granoturco steso nell’aia a esiccare, gli incontri ravvicinati con le api in sciame da catturare e poi ancora l’imbottigliamento dei pomodori per la conserva, la raccolta dell’uva con le forbicine arrotondate in attesa di arrivare al rocchetto dei grandi, la granita col Tamarindo e l’uccisione del maiale, i bagni nei catini e la soffitta piena di ricordi… grazie a lui e a questi laboratori ritrovo il mio DNA, ricordi piacevoli e caldi, che mi riempiono di orgoglio e gratitudine per la mia “bassa”, dove la vita scorreva placida e genuina”.

agri3

Le fattorie didattiche e multifunzionali come quella di Tarcisio e Mirella, che tanto successo riscuotono negli ultimi anni, fanno proprio questo: accolgono, divertono, permettono di fare esperienze uniche a contatto con una natura, così vicina ed eppure così lontana. Permettono ai bambini, ma anche ai grandi e alle persone svantaggiate di riscoprire la manualità, la sensorialità, la capacità di relazione e la motricità, imparando così ad amare la vita di campagna.

Tarcisio e Mirella raccontano di aver creato il loro agriturismo familiare Corte Gardinala ritornando alla campagna dopo una vita spesa a fare altro, unendo le esperienze fatte altrove alla passione per la terra dei nonni. L’idea era quella di ricreare quella stessa atmosfera agricola, spontanea e rilassata che lui stesso aveva vissuto anni prima in quella casa. Hanno dato vita quindi ad un agriturismo a conduzione familiare il cui motto è: “la mia casa è la tua casa”. L’agriturismo è anche agricampeggio, alloggio per persone e animali, fattoria didattica, fattoria sociale e ristorante e sede del Museo della Cipolla di Sermide; organizza attività per gli anziani, itinerari agrituristici, gite in barca sul Po.

Sono proprio le aziende come Corte Gardinala che forniscono la soluzione alla “Crisi dei redditi agricoli e nuove opportunità per le aziende multifunzionali”, come illustrato nel convegno tenuto sempre presso Fiera Millenaria dal Consorzio Agrituristico Mantovano, martedì 8 settembre.

agri2

A fronte di una situazione sempre più critica per i redditi agricoli provenienti dall’agricoltura di base (che in Italia secondo Eurostat nel 2014 diminusicono del -11%), infatti, spiega Marco Boschetti, presidente del Consorzio Agrituristico Mantovano, le aziende multifunzionali agrituristiche (che svolgono, quindi, attività varie connesse con l’agricoltura) continuano ad aumentare di numero e a crescere (a Mantova stiamo arrivando alle 230 aziende agrituristiche) e rappresentano un’opportunità reale in grado di affrontare adeguatamente i mercati globalizzati.

Le aziende agrituristiche che offrono servizi vari, quindi, riuscirebbero meglio di quelle tradizionali a posizionarsi di fronte alla globalizzazione, prosperando in un mercato locale sempre più connesso con quello globale.

Fattorie Didattiche a servizio dei bambini e della scuola; Fattorie Sociali a servizio di soggetti vulnerabili; Agriasili e Agrinido in cui l’agricoltore offre servizi per l’infanzia; Agribirrifici, Agrigelaterie, Agriturismi che organizzano attività ricreative e culturali; sono tutte possibili attività collegate all’agricoltura, che il Consorzio sostiene e incentiva per creare sempre nuove opportunità per le giovani aziende, per i giovani e le donne.

Oltre alla multifunzionalità, le altre risorse a disposizione delle aziende agricole sarebbero la trasformazione dei prodotti, che conferisce loro valore aggiunto, la valorizzazione della filiera corta, la vendita diretta, la biodiversità: tutto questo può aiutare l’agricoltura in crisi e far sì che un domani, forse ci siano più ragazzi dello 0,5% attuale (secondo una ricerca del Consiglio dei giovani agricoltori Europei) a voler fare gli agricoltori da grandi. E chissà che tra questi ci sia anche mio figlio!

Informazioni: Consorzio Agrituristico Mantovano “Verdi terre d’acqua”www.agriturismomantova.it

Evento collaterale del Festivaletteratura di Venerdì 11 Settembre, ore 16.00: “20 ANNI di SAPERE di FATTORIA. Le PROPOSTE delle FATTORIE DIDATTICHE MANTOVANE”, Convegno e presentazione della Guida alle proposte delle fattorie didattiche Mantovane 2015-2016. È un evento gratuito che si terrà presso la Sala Convegni della Banca Popolare di Mantova, in piazza Martiri di Belfiore a Mantova. Vedi qui (http://www.agriturismomantova.it/articolo/1/458/20-anni-di-Fattorie-Didattiche-mantovane )

Corte Gardinala agriturismo: www.cortegardinala.altervista.orgcortegardinala@libero.it (+39) 0386 969853 — Guida illustrata alla Piccola azienda agricola multifunzionale – http://www.vitaincampagna.it/supplemento/

foto di Valeria Pedrazzini

Annunci

Rispondi