GAZOLDO D/IPPOLITI – STORIE E AMORI FOLLI AL POSTUMIA

di G.Baratti

L’Associazione Postumia di Gazoldo degli Ippoliti, Piazzetta Postumia, 2 – ha organizzato per DOMENICA 17 APRILE dalle ore 16,30, a partecipazione gratuita, la presentazione del libro di Riccardo Giovanni Lonardi “Ca’ di töcc” – storia di povera gente” e un eccezionale spettacolo teatrale di Manuel Renga “Clara e Robert: amori, genio e follia”.

Il giornalista Riccardo Giovanni Lonardi presenta “Ca’ di töcc” – storia di povera gente” (Editoriale Sometti); con lui dialogheranno Fausto Bertolini e Giuseppina Vaccari. Eppure la vita, prima o poi, trova sempre il modo di aprire un nuovo orizzonte. Una vicenda che inizia negli anni Trenta del Novecento, in un paese della Bassa Padana. Cà di töcc, la casa dei matti. Povera gente. In quella grande casa vive anche Cristiana, giovane operaia e figlia che deve lavorare duro per mantenere una famiglia numerosa e difficile, con i “figli del popolo” di una madre costretta a prostituirsi e un fratello preda di alcolismo e disagio psichico. Giovanni Lonardi racconta con delicata abilità narrativa una dolorosa saga familiare. A cavallo della guerra, le poche gioie e le tante delusioni di Cristiana si trasformano in un romanzo avvincente dalle tinte neorealiste, che richiama la solida tradizione dei narratori padani novecenteschi, da Bongiovanni a Zavattini. Riccardo Giovanni Lonardi è collaboratore di vari quotidiani e settimanali. È membro dell’Associazione Virgiliana di Bioetica. Ha scritto, tra gli altri, “Il tuo domani”, “Porte aperte”, “La notte della civetta”.

clararobert.jpg

Alle 17.30 in collaborazione con KOART – Associazione Culturale, rappresentazione de “Clara e Robert: amori, genio e follia”. Eccezionale spettacolo teatrale di Manuel Renga, direzione musicale Alessandro Trebeschi con il Trio dei Solisti dell’Orchestra Aloisiana Silvia Muscarà, violino – Vanessa Sinigaglia, violoncello – Alessandro Trebeschi, pianoforte  e le voci recitanti di Valentina Macotti e Daniele Pennati.

La storia della vita di Robert Schumann e di Clara Wieck è ricca e complessa, talvolta molto divertente, altre, assolutamente drammatica, ma sempre così intensa che ha convinto il regista a volerla raccontare, a volerne trarre uno spettacolo teatrale.

“Leggendo e studiando la loro biografia – affermano gli artisti – e la loro musica ci sono arrivate suggestioni e idee così diverse fra loro da renderci addirittura difficile il capire come raccontarla: ci sono così tante vicende, così tanti personaggi che hanno incrociato le loro strade. Per questo, abbiamo deciso di scegliere la strada dell’affabulazione: vi racconteremo un storia, una storia molto particolare, la storia di Robert Schumann e Clara Wieck. Due attori e tre musicisti presteranno corpo, voce ed arte per comporre una dei più grandi racconti della storia della musica: storia di amori profondi, di musiche immortali, di notti insonni e improduttive, di mancanza di ispirazione e di iperproduttività, storia di quotidiani tormenti e di guizzi di genio. Proprio il continuo entrare ed uscire degli attori dalla narrazione ci permetterà di spaziare nel tempo e nello spazio e di raccontarvi ciò che davvero questa storia rappresenta. Co-protagonista di questo spettacolo sarà la musica, le migliori composizioni di Schumann e della moglie, ma anche quelle meno conosciute e quelle più misteriose.

Al termine brindisi e buffet offerto dall’Associazione a tutti i presenti.

Annunci

Rispondi