PARCO DEL MINCIO – PROPOSTO UN INCREMENTO DI 300 ETTARI DI ESTENSIONE DELLA RISERVA

PARCO DEL MINCIO - COMUNITà DEL PARCO.jpg

Oggi 15 marzo nella Sede del Parco del Mincio in Mantova (piazza Giulia 10) si è riunita la Comunità del Parco portando in discussione i seguenti punti:

  • Approvazione modifica dei confini della Riserva Naturale Valli del Mincio istituita con deliberazione di Consiglio regionale n.III/1739 del 11 ottobre 1984 e ss.mm.ii
  • Ratifica deliberazione del Consiglio di gestione n.1 del 16/01/2017 e deliberazione n. 8 del 20/02/2017 ad oggetto “Variazione al Bilancio di previsione 2017/2019”.

1000x_STE9131 NATURA PARCO DEL MINCIO VALLI 11-11-13.jpg

Approvazione modifica dei confini della Riserva Naturale Valli del Mincio istituita con deliberazione di Consiglio regionale n.III/1739 del 11 ottobre 1984 e ss.mm.ii

Nel dicembre scorso la Comunità del Parco si era espressa unanimemente su un atto di indirizzo che prevede la modifica con estensione dei confini della Riserva Naturale delle Valli del Mincio.

Ora il Parco ha dato il formale avvio al procedimento di modifica e la proposta di nuovo perimetro è approdata prima in conferenza programmatica e in successiva seduta al voto della Comunità del Parco, che ha approvato all’unanimità.

A entrambi gli incontri ha partecipato la Regione Lombardia (Direzione Generale Ambiente di Milano e Sede Territoriale di Mantova).

Dopo l’approvazione della proposta di modifica, spetterà alla Regione Lombardia approvare i nuovi confini della Riserva Naturale.

La RN Valli del Mincio ha attualmente una estensione di 1.172,400 ettari derivanti dalle aree incluse nel perimetro della Riserva Naturale istituita da parte della Regione Lombardia nel 1984 e  successivamente ampliate nel 2016 con l’annessione di circa 91 ettari della porzione denominata “isola dell’airone rosso”.

La nuova perimetrazione proposta deriva in parte dalle proposte di ampliamento della Riserva contenute nel Piano Territoriale di Coordinamento del Parco, approvato nel 2000, nonché dalle proposte pervenute dalle amministrazioni comunali di Mantova, Rodigo, Curtatone e Porto Mantovano.

L’incremento proposto è di circa 300 ettari, (pari a un aumento di circa un quarto dell’intera estensione) per un totale complessivo di proposta di perimetro di riserva di circa 1.470 ettari. Dal nuovo perimetro vengono stralciati gli edificati esistenti, e vengono inserite aree ad elevato carattere di naturalità del sito Natura 2000. Nel nuovo perimetro vengono anche incluse in area di rispetto, su richiesta del Comune di Curtatone formulata in sede di conferenza programmatica, le aree delle Cerchie e Fondo Ostie , sempre esclusi i viali di accesso e gli edifici.

Ora sarà la Regione Lombardia, dopo il lungo iter di consultazioni svolto dal Parco, a dover procedere alla definitiva modifica dei confini della Riserva Naturale, tramite delibera di Giunta e poi di Consiglio Regionale.

MINCIO 19962_141_PRMIN.jpg

Ratifica deliberazione del Consiglio di gestione n.1 del 16/01/2017 e deliberazione n. 8 del 20/02/2017 ad oggetto “Variazione al Bilancio di previsione 2017/2019”.

In approvazione anche due variazioni al bilancio, che riguardano somme in entrata e uscita derivanti da contributi ottenuti dal Parco.

Si tratta di somme del Piano di Sviluppo Regionale (34.679 euro) ottenuti dal parco per effettuare la pulizia di canali e lo sfalcio di canneti, cariceti e molineti per una estensione di 67,37 ettari nella Riserva Natgurale Valli del Mincio e a Castellaro Lagusello con interventi nei prati aridi per 0,5 ettari, in aree in proprietà o in concessione. Gli interventi sono – come prevede il PSR – stati svolti su un quarto delle aree in proprietà o concessione nelle Valli del Mincio e su tutta l’area del Giudes a Castellaro Lagusello ed hanno permesso di migliorare la qualità ecologica dell’habitat interessato.

Ammonta invece a 802mila euro la variazione in entrata e in spesa relativa alle somme ottenute dalla Fondazione Cariplo e da 26 comuni del territorio anche extra parco per l’attuazione del progetto “Tessere per la natura” del quale il Parco è promotore e capofila, che permetterà di potenziare la rete ecologica regionale tra le Colline Moreniche e il Po, seguendo la dorsale del Mincio.

Nell’anno della “Capitale europea dell’enogastronomia” il Parco ha ottenuto dal Comune di Mantova un contributo di 7.000 euro per attuare un programma di escursioni che alla valorizzazione della natura abbinano anche la conoscenza dei prodotti del territorio. L’importo sarà co-finanziato da somme rese disponibili da Parco, con le quali si realizzeranno alcune attività anche nell’Alto e Basso Mincio oltre ad attività didattiche. La rassegna si chiama “Gustare la natura” e debutterà a inizio aprile.

Una ultima variazione è relativa al progetto ECO.Sustain, per il quale il Parco è subentrato al posto della Provincia di Mantova. È un progetto transazionale di collaborazione e scambio di buone pratiche finalizzate al mantenimento della biodiversità nel bacino del Mediterraneo e con la variazione è stato ridefinito il contributo di 107mila euro  dell’Unione Europea ripartendo le singole voci di spesa in diverse annualità e in idonei capitoli al fine di tenere una contabilità ad hoc per il progetto, così come previsto dalle modalità di rendicontazione dell’Unione Europea.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.