REGGIOLO – INIZIATI I LAVORI DI RESTAURO DI PALAZZO SARTORETTI. ALBINELLI: IL PALAZZO SARÀ RESTITUITO ALLA COMUNITÀ

A Reggiolo sono cominciati i lavori nel cantiere di Palazzo Sartoretti, futura sede del Comune della biblioteca e della pinacoteca civica.

Questa mattina (25 ottobre) all’appuntamento ufficiale per dare il via all’intervento erano presenti il sindaco Roberto Angeli, l’assessore comunale alla Cultura e Ricostruzione Franco Albinelli, il sottosegretario alla presidenza della Regione Emilia-Romagna Giammaria Manghi, il presidente dell’Autostrada del Brennero Spa Luigi Olivieri insieme all’ad Walter Pardatscher e al dirigente settore Affari generali Mauro Azzolini, oltre alla direttrice dei lavori Micaela Goldoni e all’impresa Tamagni Costruzioni che eseguirà i lavori, dei progettisti, restauratori e responsabili dell’Ufficio tecnico comunale.

Palazzo Sartoretti_visita

Gli interventi di recupero del palazzo risalente al XVI secolo sono cominciati lunedì e dureranno due anni per un importo complessivo di 8 milioni di euro, di cui 5,9 milioni provenienti dalla Regione Emilia Romagna, circa 2 milioni messi in campo dal Comune tramite l’assicurazione e 150mila euro da Autostrada del Brennero Spa. Per la realizzazione dell’opera è stata creata un’Ati (Associazione temporanea di imprese) composta da Camar, RWS di Padova e l’impresa Tamagni Costruzioni di Boretto.

Palazzo Sartoretti_3 Albinelli Angeli Manghi.jpg

Stamattina, prima della visita all’edificio, l’assessore Franco Albinelli ha ricordato la storia del palazzo, donato nel 1979 da Donna Amelia, ultima discendente della famiglia Sartoretti, al Comune di Reggiolo, ma anche i gravi danni subiti soprattutto dopo le scosse del 29 maggio. “Il Palazzo – ha detto Albinelli – sarà restituito alla comunità e accoglierà, oltre al municipio, la biblioteca con ampi spazi di lettura e la pinacoteca che vedrà riunite opere d’arte di grande valore, anche recentemente donate al Comune da parte di privati”.

Palazzo Sartoretti_1

Poi, nello splendido e decorato Salone dei miti del Palazzo, la parola è passata all’ingegner Micaela Goldoni, direttrice dei lavori che ha evidenziato l’importante lavoro di recupero della struttura. “La sfida – ha spiegato – era quella di riuscire a trovare soluzioni antisismiche adeguate alla struttura e al suo valore storico. Ci sono stati danni significativi alla muratura e sono necessarie opere di consolidamento della struttura. È stata poi portata avanti un’analisi degli spazi per ampliare le funzioni. Il Salone dei miti sarà un salone di rappresentanza, spazio per il Consiglio comunale, sala di lettura per la biblioteca, una sala polivalente destinata a più funzioni. Al piano terra sono stati previsti spazi espositivi gestiti dalla biblioteca con accessi indipendenti, gli archivi e il deposito per rendere possibile una migliore gestione dei servizi. Allo stesso tempo l’intervento sarà l’occasione per riappropriarsi dei spazi dell’ala ovest del palazzo, ambienti non utilizzati prima del sisma, che saranno destinati ad uffici”.

Palazzo Sartoretti_2

I due milioni di euro messi in campo dal Comune tramite l’assicurazione copriranno il costo di quest’ultimo intervento.

Il sindaco Roberto Angeli ha voluto ricordare quanto sia stato fondamentale per vedere avviati i lavori il grande impegno dei vigili del fuoco subito dopo il sisma. “La messa in sicurezza di Palazzo Sartoretti – ha precisato – è stato un lavoro fondamentale per bloccare il degrado della struttura ed evitare crolli. Sono stati necessari 3-4 mesi per ultimare questo intervento e affrontare l’emergenza. Grazie ai vigili del fuoco del comando provinciale di Reggio Emilia sono stati possibili i rilievi e l’avvio di questo cantiere”. “Un grazie per quello che vediamo e vedremo – ha continuato – va alla Regione per il fondamentale contributo e ad Autostrada del Brennero Spa che con la sua donazione permetterà di completare i lavori non finanziati dalla Regione”.

Palazzo Sartoretti_Angeli Manghi.JPG

L’intervento sarà diviso in due stralci funzionali.

Il primo stralcio garantirà la riapertura dell’ala ovest all’interno del parco oltre alle parti al piano terra sul fronte di piazza Martiri.

Il secondo stralcio sarà invece necessario per riaprire gli spazi utilizzati dalla biblioteca comunale prima del sisma. Già con la realizzazione del primo stralcio di lavori sarà possibile portare all’interno dell’edificio tutti gli uffici comunali.

Annunci

Un pensiero su “REGGIOLO – INIZIATI I LAVORI DI RESTAURO DI PALAZZO SARTORETTI. ALBINELLI: IL PALAZZO SARÀ RESTITUITO ALLA COMUNITÀ

  1. Pingback: Reggiolo – Palazzo Sartoretti – R.W.S. Restauro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.