MANTOVA – UN ARRESTO E 4 DENUNCE GRAZIE AD UN’OPERAZIONE CONGIUNTA POLIZIA LOCALE E POLIZIA DI STATO

Questa mattina (21 marzo) nella sede del Comando della Polizia Locale, in viale Fiume 8, si è tenuta una conferenza stampa relativamente ad una complessa attività investigativa condotta dalla Polizia Locale e dalla Polizia di Stato che ha portato alla denuncia di 4 persone. Ad illustrare il grande lavoro svolto sono intervenuti il comandante della Polizia Locale Paolo Perantoni, il vice Luigi MarconeGianna Adami della Questura di Mantova.

PLPS1.jpgIl caso in esame risale a due denunce: la prima è relativa al furto di 3 colli rubati da un autocarro di una ditta di trasporti, in Piazza Cavallotti, avvenuto il 14 Novembre 2018, le cui indagini sono state condotte dalla Polizia Locale di Mantova; la seconda, si tratta del furto di uno zaino appoggiato su un tavolino collocato nel plateatico esterno ad un bar del centro storico, avvenuto il 5 Dicembre 2018, le cui indagini sono state condotte dalla Polizia Giudiziaria della P.S.

In esito alle attività di indagine preliminari, la Procura ha emesso decreto di perquisizione di 3 abitazioni situate in Milano, eseguite il 28 febbraio dal personale della Polizia Giudiziaria della P.S. di Mantova, dalla Polizia Locale di Mantova e dal Commissariato di Milano Villa San Giovanni.

Tali perquisizioni hanno permesso di rinvenire e si conseguenza sequestrare il seguente materiale:

  • Il furgone usato per il colpo del 14 novembre, al cui interno erano ancora presenti gli indumenti e il carrello per trasportare i pacchi (facilmente riconoscibile perché di colore blu e, in alcuni punti, ricoperto di scotch marrone).
  • I telefoni utilizzati per comunicare durante i colpi, che sono stati rinvenuti in abitazioni diverse, il che aiuta a dimostrare la complicità dei diversi soggetti.

All’interno di una delle abitazioni perquisite gli investigatori hanno riscontrato la presenza di quello che poi risultava essere anch’egli un membro della banda, un 50enne  cileno. Nell’abitazione dallo stesso occupata, veniva rinvenuta una certa quantità di merce di ottima fattura e di non trascurabile valore (attorno ai 10 mila euro circa), che veniva sequestrata per accertamenti, seppur non direttamente pertinente agli episodi perseguiti.

L’attività investigativa condotta con meticolosità e svolta su un arco di tempo di diverse settimane, in maniera congiunta dalla Polizia di Stato e dalla Polizia Locale di Mantova, ha permesso di dare un nome ai componenti della banda, ai quali si è arrivati  grazie al lavoro certosino svolto con straordinaria sinergia da entrambe le polizie giudiziarie; sono stati incrociati dati di molteplici fonti quali: foto da banca dati permessi di soggiorno, telecamere di videosorveglianza non solo della città di Mantova, sanzioni amministrative CdS, banca dati precedenti di Polizia, traffico telefonico.

L’intera indagine è stata coordinata dalla Dott.ssa Sabatelli della Procura della Repubblica di Mantova e si è conclusa con l’individuazione dei soggetti responsabili.

Il Bilancio Finale dell’attività è di: 4 indagati, di cui 1 arrestato, vari sequestri tra i quali anche il furgone utilizzato per i colpi.

Le persone attualmente indagate sono 4, di cui tre di origini cilene ed un americano, di età comprese tra i 20 e i 50 anni circa: C.J.A. classe 1996, G.G.C.H. classe 1968, M.C.V.S. classe 1970, G.M.W.A. classe 1973.

(foto V. immagini di repertorio fornite dalla Polizia Locale di Mantova)

GB

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.