GONZAGA – CANTINA GONZAGA: ECCO LE NUOVE STRATEGIE e DA DICEMBRE UN NUOVO LAMBRUSCO BIOLOGICO DOP

Eccellenza della materia prima, identità del prodotto e ottimizzazione della filiera sono gli elementi cardine delle linee strategiche condivise dal consiglio d’amministrazione della Cantina di Gonzaga che, nella sua ultima seduta, ha approvato il rinnovamento dello statuto. “Inizia un nuovo ciclo – spiega il presidente Vanni Ponchirolisi chiude la fase post terremoto e parte un progetto aziendale che guarda al futuro, fondandosi sul posizionamento storico del nostro prodotto nel mercato italiano”.

conferenza-stampa-cantina-gonzaga.jpg

Sono quattro gli obiettivi prioritari individuati dal consiglio d’amministrazione per dare sostanza alla nuova fase. In testa, la riqualificazione della linea di imbottigliamento con investimenti che interesseranno sia gli impianti che il punto vendita, destinato a diventare un vero e proprio negozio di vini e prodotti tradizionali a Km zero, a beneficio dei numerosi clienti extra muros che si rivolgono alla cantina durante tutto l’anno, ma in particolare in occasione di fiere e mercati dell’antiquariato.

LAMBRUSCO CANTINE GONZAGA

Un secondo livello di intervento riguarderà l’abbassamento dei costi di produzione sull’intera linea grazie all’efficientamento dei sistemi di filtrazione e vendita, e mediante il rinnovamento dei sistemi software che governano i reparti produttivo, amministrativo e logistico.

L’identità del lambrusco gonzaghese, veicolata attraverso bottiglie e packaging, è un altro tema cardine del nuovo piano aziendale: la volontà è quella di rendere più accattivante l’identità visiva del prodotto pur nel rispetto della sua consolidata riconoscibilità sul mercato nazionale.

Il piano industriale, con definizione dei tempi e degli investimenti da mettere in campo, sarà condiviso e definito nella prossima assemblea dei soci, composta da una cinquantina di produttori di lambrusco mantovano.

Intanto è pronta a debuttare sul mercato la prima novità dell’inverno 2019: a partire dal mese di dicembre, la Cantina metterà in commercio un nuovo lambrusco biologico Dop, per il quale è stata creata un’apposita bottiglia. “Il vino biologico è molto ricercato e rappresenta un valore aggiunto per la nostra linea – spiega Ponchiroli – la Cantina di Gonzaga possiede le certificazioni per lavorare le uve biologiche che, in questo caso, sono conferite proprio da un’azienda gonzaghese”.

Elisabetta Galeotti, sindaco di Gonzaga, evidenzia come la Cantina rappresenti “un patrimonio collettivo e una leva di promozione del territorio nella creazione di un percorso enogastronomico e turistico, che rappresenta uno degli obiettivi di marketing territoriale dell’amministrazione comunale”.

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.