GAZOLDO D/IPPOLITI – POSTUMIA PRESENTA: LA PROFEZIA DEI GONZAGA ed ENIGMI LEONARDESCHI

La profezia dei Gonzaga (Scrittura&Scritture), un giallo storico che prosegue la nota saga sui Gonzaga scritto da Tiziana Silvestrin, sarà presentato alla Postumia di Gazoldod egli Ippoliti nella sede di Palazzo Pacchelli Bosoni (via Marconi 123) Domenica 8 Dicembre alle ore 16.00. A dialogare con l’autrice Nanni Rossi.

1596. È un autunno di nubi nere su Mantova: è sparita la mummia del Passerino. Un astrologo aveva vaticinato che la stella dei Gonzaga avrebbe brillato nel cielo finché avessero custodito a Palazzo Ducale la mummia.
Il duca Vincenzo, preoccupato per le sorti della sua dinastia, convoca Biagio dell’Orso, affascinante e introverso capitano di giustizia, l’unico in grado di risolvere i casi più spinosi.

Il destino dei Gonzaga è ora nelle sue mani. Ma i nemici del duca sono molti, sia dentro che fuori i confini mantovani, e gli oscuri presagi non tardano ad arrivare: la famiglia Gonzaga è preda di continui agguati; il contabile di corte muore in circostanze poco chiare. Sembra proprio che la profezia si stia avverando e i suoi effetti nefasti si riflettono anche nella vita privata del capitano: Rosa, la donna amata, ha scoperto un frammento della sua precedente missione in Francia che la lascia sgomenta. Lo stesso
Biagio viene rinchiuso nelle segrete di San Giorgio con la più infamante delle accuse.

Con protagonisti i Gonzaga, questo è il quinto libro scritto Tiziana Silvestrin, che vive e lavora a Mantova. Dalla sua passione per la storia e l’arte sono nate le storie raccontate nei suoi romanzi, ottenendo apprezzamenti di critica e di pubblico.

Leonardo da Vinci

Il promeriggio alla Postumia prosegue con I grandi anniversari: Leonardo da Vinci (1519-2019) – Enigmi leonardeschi

Uomo d’ingegno e talento universale del Rinascimento. Le opere dell’artista. La statua in cera della Postumia ed i suoi apparati.

Relatore: LUCIANO UGOLETTI, dialoga con lui IDA TAMPELLINI. Voci recitanti: CESARE DOSSENA – TATIANA NERI

lucrezia crivelli - opera di leonardo da vinci.jpg

Ritratto di Lucrezia Crivelli, amante di Ludovico il Moro, eseguito da Leonardo a Milano alla fine del Quattrocento ed oggi al Louvre. Lucrezia Crivelli visse l’ultima parte della sua vita nel castello gonzaghesco di Canneto s/Oglio, sotto la protezione di Isabella d’Este, e lì morì il 12 aprile 1534.

Questo e molto altro si potrà conosce alla Postumia…

GB

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.