ORTAGGI E FRUTTA DEL MESE DI GENNAIO NELLA CANESTRA DI VERTUMNO E POMONA

VERTUMNO (Arcimboldo).jpg

Il freddo mese di gennaio è oramai alle porte e le dispense contadine iniziano a colorarsi grazie agli ortaggi ed alla frutta tipici della stagione. Un sapere ricco ed importante quello delle nostre nonne, che sapeva distinguere il prodotto del momento e preparare sfiziose ricette tutto il tempo dell’anno.

Grazie alla nostra rubrica intitolata “La Canestra di Vertumno e Pomona“, dedicata alle antiche divinità italiche che proteggevano la natura ed i raccolti, andremo a scoprire quali sono i prodotti della terra da consumare a seconda del mese e della stagione, con l’aggiunta di una ricetta da condividere con chi più desiderate.

Prima di parlare di quali ortaggi e frutti sono propri del mese di gennaio, vi ricordiamo che è il periodo giusto per usare prezzemolo, rosmarino e salvia per insaporire qualsiasi piatto stiate preparando. Questi aromi, infatti, sono ottimi per dare un pizzico di sapore in più ad arrosti e sughi, così come possono essere utilizzati per cucinare patate saltate in padella oppure al tegame.

DE POMONA Nicolas Fouché.jpg

Veniamo ora agli ortaggi. Nella lista della spesa non dovranno mancare aglio, carciofi, cardi, carote, catalogne, cavolfiori e cavoli broccolo. Cercate anche le varianti cavolo cappuccio, cavolo verza e cavolino di Bruxelles per dare maggiore colore e sapore ai vostri piatti!

Ancora, il mese di gennaio è perfetto per preparare saporiti finocchi (al forno o freschi) così come le cicorie, le cipolle, le indivie, le lattughe, i porri, i radicchi rossi, le rape, i sedani e gli spinaci. A chi piace, questo è il periodo giusto per acquistare la valerianella o soncino.

In una tavola ricca e sana non può mancare la frutta. Ecco quindi che si possono acquistare e gustare al meglio a gennaio le arance tarocco ed i cedri, così come tanti altri agrumi tipo le clementine, i limoni e i pompelmi. Per chi preferisse sapori esotici è tempo di kiwi. Per gli amanti del detto “una mela al giorno leva il medico di torno”, sappiate che la varietà Golden Delicious dà il meglio di sé proprio in gennaio.

E con questo freddo cosa possiamo preparare per scaldarci ed esser lieti a tavola? La Canestra di Vertumno e Pomona vi propone… la Ribollita!

RIBOLLITA TOSCANA.jpg

Piatto tipico della tradizione toscana, la Ribollita raccoglie al suo interno moltissimi degli ingredienti che vi abbiamo consigliato per il mese di gennaio.

Per cucinare quattro porzioni avrete bisogno di:

  • Pane 250 g (possibilmente toscano)
  • Fagioli 800 g, cannellini freschi
  • Bietola 1 cespo
  • Cavolo nero 1 mazzetto
  • Cavolo verza 1/2
  • Carote 5, (di medie dimensioni)
  • Patate 4 (di medie dimensioni)
  • Sedano bianco 3 gambi
  • Pomodori 2 1 cucchiaio concentrato
  • Concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
  • Timo quanto basta
  • Cipolle 1 media
  • Aglio 2 spicchi
  • Olio extravergine d’oliva quanto basta
  • Sale quanto basta
  • Pepe quanto basta

Tagliate le verdure in pezzi grossolani. Successivamente lessate i fagioli cannellini e passateli al setaccio assieme all’acqua di cottura. Ricordate di lasciarne alcuni interi. In un secondo momento dovrete soffriggere la cipolla con l’olio. Quando questa sarà imbiondita potrete aggiungere anche i pomodori rossi ed il cucchiaino di concentrato.
Dopo alcuni minuti di cottura a fuoco medio, aggiungete la purea di fagioli assieme a quelli interi. Quindi mescolate ed aggiungete tutte le altre verdure a pezzetti.

A questo punto potete salare e pepare la zuppa a piacere aggiungendo il timo. Lasciate cuocere per 2 ore, come minimo, dopo aver aggiunto 6 mestoli di acqua. Ora la vostra ribollita è pronta per essere servita, ma non dimenticate di aggiungere due fette di pane abbrustolito ed insaporito con uno spicchio d’aglio. 

MB

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.