MANTOVA, FESTIVAL DELLA CUCINA MANTOVANA: LA TRADIZIONE PARTE CON IL RISOTTO (18 e 19 Gennaio)

Saranno i risotti di Risaia dell’ACS Castelbelforte i protagonisti del primo appuntamento dell’ottava edizione del Festival della Cucina mantovana, la ormai nota rassegna che ogni anno incuriosisce golosi ma anche semplici curiosi, che si terrà fino al 23 febbraio, tutti i sabati e le domeniche, al Grana Padano Arena (ex Palabam) in via Melchiorre Gioia 3 a Mantova. 

Risotto con i saltarei, con la psina, con il pesce gatto e con le rane, saranno accuratamente preparati dalla ormai rinomata associazione di Castelbelforte che offrirà a tutti gli appassionati una cucina “semplice”, fatta con ciò che si trovava nelle risaie. I cuochi di Castelbelforte non potranno far mancare il riso alla Pilota, piatto tipico del mantovano, che ha origine dal nome dialettale dei braccianti delle riserie.

E dopo un buon primo piatto non mancherà un vasta scelta di secondi piatti. Oltre a stinco, costine, stracotto, luccio in salsa, polenta e funghi, grana e mostarda, tirabega e spalla, la novità culinaria del 2020 sarà il tosello che verrà servito con gelatine di lambrusco. Non mancheranno dolci e vini tipici mantovani accuratamente scelti e selezionati dall’Organizzazione.

Quest’anno, inoltre, saranno moltissimi anche gli eventi collaterali a corredo della kermesse che permetteranno a tutti di trascorrere una giornata con le proprie famiglie all’insegna della cucina delle tradizioni, dello sport e del divertimento.

Sabato 18 gennaio, infatti, mentre dalle 20.00 nell’area Lab, gli adulti potranno partecipare al primo dei corsi di show cooking gratuiti con Chef Stefano Cremonesi che parlerà del luccio in salsa di Pozzolo De.Co; i più piccoli potranno scatenarsi con la baby dance e i gonfiabili sempre gratuiti. Alle 19,30, spazio allo sport con l’esibizione della Scuola di danza classica, moderna e contemporanea di Matteo Bignotti. Ma la notte è piccola per gli avventori del Festival che, dalle 22.30, potranno ballare fino a tardi con Dj Spranga e Dj Lodola, due mostri scarci dell’Afro Funky.

Domenica 19 invece, alle 12.30 e alle 13.30, i più piccoli potranno partecipare al corso di cucina dal titolo “Imburriamo?”, che si terrà sempre nell’area Lab, in compagnia di chef Graziano Giuseppe Rubes; mentre alle 13.00, si terrà l’esibizione “Ganxhe” di Erika Montagnoli della Scuola di Arte e Danza – Centro professionale di Volta Mantovana. Altro appuntamento alle 19.30, quando si esibiranno le scuole di Karate Team 1999 con sede a Porto Mantovano, Borgo Angeli e Gazoldo degli Ippoliti, a cui seguirà, alle 20.00, una lezione di cucina sul tema “Il salame mantovano” con Antonio Picchietti e Stefano Solci del ristorante la Masseria e, alle 21.00, PalaLatino, scuola di ballo latino americano con Simone e Losi dell’A.S.D. Salsavagando.

Inoltre, come tutti gli anni, in uno spazio allestito ad hoc, sarà allestita, una vera e propria mostra mercato dove saranno in esposizione e si potranno acquistare le eccellenze gastronomiche delle Associazioni ospitate oltre ad avere informazioni sui i prodotti, le specialità, le tradizioni e le feste.

Si ricorda che per partecipare ai corsi di show cooking è preferibile la prenotazione al numero 339.2944883 oppure mandare una email all’indirizzo monfardini76@gmail.com.

Quest’anno l’Organizzazione permetterà, a chi lo desidera, di prenotare un tavolo per festeggiare il proprio compleanno nella calda e accogliente atmosfera del Festival.

Il Festival, che gode del patrocinio del Comune di Mantova ed è sostenuto da Radio Stella, Latteria sociale Mantova, Cantine Quistello, Le Tamerici, Bottoli, Valle dei Fiori e riseria Zacchè, sarà aperto il sabato dalle 19.00 e la domenica dalle 11.30 e dalle 19.00. L’ingresso e il parcheggio sono gratuiti

Il prossimo appuntamento sarà sabato 25 e domenica 26 gennaio con il Tortello amaro, Capunsel e risot menà delle Associazioni di Castel Goffredo e Solferino.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.