MANTOVA, IL CARNEVALE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI, ECOLOGICO, A REGOLA D’ARTE E PER TUTTE LE ETÀ FIRMATI SEGNI D’INFANZIA  

Dal 15 al 22 febbraio, con una settimana di eventi, più di 20 anni di tradizione alle spalle, il Carnevale dei Bambini e delle Bambine di Mantova, da cinque anni raddoppia: il noto Nabuzardan di Palazzo Te si arricchisce di un evento a Palazzo Ducale e della parata in maschera con bici trasformate in carri allegorici.

Cristina Cazzola e il vicesindaco Giovanni Buvoli - presentazione carnevale.jpg

Da destra Cristina Cazzola direttrice di Segni d’Infanzia e il vice sindaco Comune di Mantova Giovanni Buvoli

Capace di attrarre spettatori da tutta la regione, quello promosso dal Comune di Mantova è un evento che valorizza la vocazione di città d’arte e guarda al futuro: un carnevale ecologico e per le nuove generazioni.

Prevede tre appuntamenti, complementari e imperdibili, firmati Segni d’infanzia associazione e quest’anno è in sinergia con il Primo Forum Sostenibilità presentato dal Gruppo Tea, il 22 febbraio al Teatro Bibiena.

I contenuti del Carnevale e le azioni di preparazione sono pensati per sensibilizzare, famiglie e nuove generazioni, a comportamenti più sostenibili e rispettosi dell’ambiente i cui temi verranno trattati il 22 Febbraio dalle 10:00 alle 13:00 con interventi adeguati alla serietà del tema presso il Teatro Bibiena.

Per il tempo di un pomeriggio le due dimore gonzaghesche si animano di performance spettacolari, regalando un’inedita visita a famiglie e turisti, e collocando la città tra le mete ideali e non convenzionali dove trascorrere il Carnevale. Preparativi e festeggiamenti durano una settimana e prevedono: Nabuzardan a Palazzo Te, laboratori in Ciclofficina, corteo ecologico di bici di Carnevale e festa in costume a Palazzo Ducale.

Sabato 15 febbraio, a partire dalle 15:30, le sale dell’ala nord e gli spazi esterni della villa giuliesca del Te diventano location del Nabuzardan e si animano di artisti e truccabimbi mentre alle 15:00 parte da Spazio Gradaro il corteo ecologico di bici mascherate da animali fantastici, che attraversa il centro storico e arriva a destinazione nell’esedra del Palazzo dando vita ad un’installazione artistica.

Sabato 22 febbraio, a partire dalle 15:00, il Complesso Museale di Palazzo Ducale apre i preziosi spazi della Rustica per una festa in costume con spettacolo, trucco e laboratorio artistico.

 NABUZARDAN E PARATA ECOLOGICA IN BICI MASCHERATE

Palazzo Te, sabato 15 febbraio 2020

Grazie al sostegno del Comune di Mantova e alla collaborazione con la Fondazione e Museo Civico di Palazzo Te, e quest’anno anche con il supporto di Gruppo Tea, torna il tradizionale Carnevale nella villa giuliesca, noto come Nabuzardan, che giunge alla XXII edizione.

La tematica green ispira anche i contenuti delle performance all’interno delle sale che, in maniera leggera e trasversale, invitano a riflettere sull’importanza di cercare soluzioni per migliorare le condizioni di salute del pianeta, di adottare abitudini e comportamenti che non compromettano la qualità di vita delle generazioni future. In Sala Cavalli, l’artista francese Léa Legrand, si esibisce in un’azione performativa con due grandi sfere, che evocano due mondi possibili, passando dal disequilibrio all’equilibrio, non sempre facile da trovare, ma possibile; la verticalista Alessandra Ricci danza nella Camera di Amore e Psiche, sfogliando, con piedi e mani, riviste e giornali che raccontano gli effetti dei cambiamenti climatici. In contrapposizione, la vegetazione rigogliosa e viva che si affaccia dagli affreschi e che invita a ritrovare l’armonia con la natura. Nella Camera dei venti, Sr. Kalu diverte e sorprende gli spettatori con numeri di giocoleria che sperimentano “fonti alternative”, come la juggling foot; Laura Galli nella Camera del Sole e della Luna si esibisce con le sue marionette a filo in un “duetto della morte allegra”. Immancabili le postazioni per il trucco nella Camera di Ovidio e in quella delle Aquile con Alice Ancellotti e Clelia Moretti. 

Nel cortile d’onore invece Emanuele Avallone e Daniele Spadaro in arte Chien Barbu Mal Rasè, sono un duo clownesco-teatrale che si esibisce in comiche acrobazie, si rincorre a bordo di velocipede e monociclo, portando scompiglio tra il pubblico che coinvolge in giochi di improvvisazione. Sul prato erboso dell’Esedra, l’installazione di bici mascherate, fa’ invece da scenografia all’esibizione di Andrea Zerbini.

Il Carnevale di Mantova non inquina con i suoi carri allegorici, è eco-friendly perché bike – friendly, ricordando a tutti quanto può essere facile e divertente pedalare. In partenza dal Gradaro alle 15:00, con due cantieri di allestimento bici – Ciclofficina presso il Creative Lab di Lunetta e presso Spazio Gradaro aperta dal 31 gennaio al 14 febbraio – la parata di bici mascherate, è accessibile davvero a tutti vista la possibilità di prenotare le biciclette “diversamente Sta…bili” di Anselmo Sanguanini, adatte a persone con disabilità motorie. Una parata di Carnevale ecologica non solo nella scelta del mezzo a due ruote, a impatto zero, ma anche in quella dei materiali – gli addobbi per le bici sono infatti in cartone e materiali di recupero – e che, come modello di evento sostenibile viene promosso insieme al Carnevale anche da Gruppo Tea che si appresta a presentare, il 22 febbraio, il primo Forum Sostenibilità a Mantova.

Inizio dell’evento a Palazzo Te con due possibilità d’ingressi a partire dalle 15:30. Per agevolare la fruizione degli spettacoli e gestire al meglio i flussi di pubblico si può scegliere di arrivare alle 15:30 oppure alle 17:00. Consigliata la prenotazione.

Prevendita dal 13 febbraio, dalle 15:00 alle 18:30, presso gli uffici di Segni d’infanzia (via L.C. Volta, 9/b) i biglietti rimasti invenduti saranno acquistabili direttamente sul luogo, presso postazione dedicata della biglietteria di Palazzo Te a partire dalle 15:00.

Costi: euro 1,00 fino a 11 anni – euro 5,00 dai 12 anni in su.

Info: 0376.1514016 – segreteria@segnidinfanzia.orghttp://www.segnidinfanzia.org

É possibile accedere gratuitamente al Nabuzardan partecipando alla Parata di bici mascherate.

APPUNTAMENTI DI PREPARAZIONE DELLA PARATA ECOLOGICA: CICLOFFICINA

2bici

La parata in bici mascherate da animali fantastici è frutto di un processo di creazione partecipata che vede il coinvolgimento di tante famiglie, bambini, ragazzi, nonni, appassionati o semplici curiosi che si ritrovano insieme agli artisti della Ciclofficina, Sara Zoia e Francesco Testi, a progettare e decorare un travestimento unico per la propria biciletta utilizzando materiali di recupero, colori e pennelli.

La Ciclofficina che da quattro anni ha casa presso lo Spazio Gradaro, quest’anno è itinerante e ha trovato ospitalità anche presso il Creative Lab grazie alla collaborazione con Pantacon. Il polo multiservizi di Lunetta che semina creatività e dà spazio ai giovani, ha ospitato infatti i primi tre appuntamenti dell’atelier di creazione.

In Ciclofficina si passa dalla scelta del proprio animale fantastico, che avviene combinando teste e code di animali diversi, alla decorazione delle sagome da arricchire di dettagli seguendo la fantasia, fino al montaggio sulle bici che si trasformano così in speciali carri di Carnevale. Si possono incontrare in Ciclofficina come super assistenti anche gli studenti in alternanza scuola – lavoro del Liceo Virgilio e dell’Isabella D’Este.   

La parata ecologia parte sabato 15 febbraio, dallo Spazio Gradaro, alle ore 15:00, con destinazione Palazzo Te e attraversa il centro storico, percorrendo il seguente itinerario: Via Don Primo Mazzolari, via Allende, Corso Garibaldi, Via Frattini, Via XX Settembre, Piazza Martiri di Belfiore, Via Roma, Piazza Marconi, Corso Umberto, Piazza Cavallotti, Corso Libertà, Piazza Martiri di Belfiore, Via Principe Amedeo, Via Acerbi, Largo XXIV Maggio, Piazzale Vittorio Veneto, Viale Te.

Sono previste bici a noleggio per chi ne è sprovvisto, grazie alla collaborazione con FIAB sezione di Mantova e le biciclette “diversamente Sta…bili” per persone con disabilità motorie messe a disposizione da Anselmo Sanguanini. Prevista la partecipazione di un gruppo di ragazzi speciali grazie alla collaborazione con Polisportiva Andes H.

 CALENDARIO CICLOFFICINA DEGLI ANIMALI FANTASTICI

Presso Creative Lab di Lunetta (via Valle D’Aosta, 20): 31 gennaio, 1 – 2 febbraio, dalle 15:00 alle 18:00

Presso Spazio Gradaro (via Gradaro, 40): 7 – 8 – 9 – 13 – 14 febbraio, dalle 16:00 alle 19:00

Per la prenotazione di una sessione di creazione gratuita: 0376.1514016 segreteria@segnidinfanzia.org

IL CIRCO DELLA NATURA

Complesso Museale Palazzo Ducale, sabato 22 febbraio 2020

Nato dalla collaborazione tra i Servizi Educativi di Palazzo Ducale e l’Associazione Segni d’infanzia, torna per la sua V edizione anche il Carnevale a regola d’arte del Complesso Museale di Palazzo Ducale, sabato 22 febbraio a partire dalle 15:00. Ospitato nelle magnifiche sale della Rustica, spazi più intimi come le stanze di una casa e riscaldati, ha trovato una formula di successo nella combinazione di evento spettacolare e laboratori che rendono i bambini protagonisti.

Quest’anno il Carnevale a Palazzo Ducale propone un viaggio artistico fra circo e natura. Acrobati, equilibristi, giocolieri e clown si ritrovano spesso sulle tele dei grandi pittori che sono attratti da questo mondo carico di oggetti, colori, suoni, costumi e ricco di tipizzazioni che ben si presta anche all’atmosfera carnascialesca. E così sotto la volta della Sala dei Frutti arriva il piccolo tendone del Circo Pouët, un micro circo ecologico, costruito da Francesca Montanari e Yoan Degeorge – in arte Compagnia Pouët – prediligendo materiale di scarto che trova nuova vita. Un popolo girovago di marionette, burattini e altri affabulatori che tra imprevisti di ogni tipo creano numeri strabilianti.

Dai colori del circo si passa a quelli della natura e alle sue forme nei laboratori a cura dei Servizi Educativi che in più postazioni guidano i bambini a scoprire il significato dei frutti dipinti nelle sale di Palazzo Ducale, svelando con essi le proprie qualità caratteriali.

Il rispetto della natura passa per l’osservazione, come sapevano bene gli antichi e la natura ci insegna, con le sue forme, armonia ed equilibrio, invita a guardarsi dentro e a riconoscere pregi e virtù. “Giù la maschera!” è il titolo dell’attività che pur in tempo di Carnevale, quando si tende a indossare maschere, ad essere altro da sé, rovescia ancora una volta il gioco per invitare a mostrare la propria natura. I partecipanti possono creare la virtù che più li rappresenta, sotto forma di frutto, usando il collage e trasferendo la composizione sulla tela di un fazzoletto, personale accessorio di rango e custode di segreti.

Un pomeriggio di festa da trascorrere alla corte dei Gonzaga, dove condividere uno spettacolo, intrattenersi in attività artistiche e farsi fare un trucco speciale ispirato al circo e alla natura, nelle due postazioni curate da Annalisa Belladelli e Beatrice Ancellotti.       

Inizio dell’evento a partire dalle 15:00. Per agevolare la fruizione e gestire al meglio i flussi di pubblico si può scegliere di arrivare alle 15:00 oppure alle 17:00. Posti limitati, consigliata la prenotazione: 0376.1514016 – segreteria@segnidinfanzia.org.

Ingresso all’evento dal Giardino dei Semplici, adiacente a Piazza Paccagnini.

Biglietti: euro 2,00 fino a 11 anni – euro 5,00 dai 12 anni in su

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.