CARNEVALE DI MANTOVA: “CORTE DI RE TRIGOL” ALL’INSEGNA DELL’AMBIENTE, ECOLOGIA E TRADIZIONE

Prima i bimbi e poi gli adulti; comunque lo si voglia vivere sarà Carnevale a Mantova tra sabato 15 e domenica 16 febbraio 2020

I colori, le atmosfere, il desiderio di mandare indietro anche solo per qualche ora le lancette dell’orologio; per chi si carnevali ne ha già scritti sul proprio libro dei ricordi, saranno contagiosi grazie alle proposte ideate e allestite dall’Associazione Comunali che per l’occasione possono contare nella macchina organizzativa anche la presenza del Comune di Mantova, Regione Lombardia, Provincia, Parco del Mincio e Confindustria.

Quest’anno, per andare nello specifico, gli appuntamenti saranno ben tre con carri allegorici, gruppi mascherati e le maschere di carattere, tutti ispirati al tema “Ambiente…salvaguardia del territorio e delle tradizioni locali”.

Oltre al rispetto della tradizione, un ruolo di primo piano sarà rivolto al tema della solidarietà e per questo nel corso del week end durante lo svolgimento dei vari eventi posti in locandina sarà allestito un gazebo per la raccolta fondi al progetto fondazione Marco Sguaitzer.

Si parte, quindi, sabato 15 febbraio con il “Carnevale dei Bimbi” che prevede il ritrovo di tutti i protagonisti alle 14.30 in piazza Sordello per poi testimoniare il clima di allegria anche nelle vie del centro storico del capoluogo virgiliano.

L’altra importante manifestazione abbinata al Carnevale di Mantova sarà anche la sfilata della Corte di Re Trigol, parata giunta alla sua settima edizione, che si terrà domenica 16 febbraio, sempre dalle 14.30, da Corso Vittorio Emanuele a Corso della Libertà.

Carnevale dei bimbi e degli adulti, per completare il quadro, vuol dire anche ribadire con forza la volontà di impegnarsi a difesa dell’ambiente.

Una sfilata ecologica per creare cambiamenti positivi ispirando e responsabilizzando le persone ad abbracciare la sostenibilità perché ogni gesto, anche se piccolo può aiutare l’ambiente.

Quale migliore occasione del Carnevale per manifestare l’eco-sostenibilità con la maschera mantovana Re Trigol.

PROGRAMMA della PARATA di sabato 15 febbraio
Aprirà il corteo Sua Maestà Re Trigol e la Regina Fior di loto a cavallo..
Al loro seguito ci saranno gli sbandieratori del gruppo storico del Palio della Capra d’Oro di Cavriana con rullanti, tamburi e chiarine (tipo di tromba storica ).

default_5.jpg

  • Gli Sbandieratori e Musici Maestà della Battaglia di Quattro Castella (RE)
  • Le Dame Viscontee di Pandino (CR)
  • Le Majorettes Magic Stars di Jesolo (VE)
  • Il carro della Compagnia Tiratardi di Santo Stefano di Zimella (VR)
  • Il carro del Gruppo Wild Boys Franciacorta di Erbusco (BS)
  • Il carro del Comitato Le Brutte Bestie di Canneto sull’Oglio (MN)
  • Il carro del Gruppo Carnevale Cappello Pozzomoretto di Villafranca (VR)
  • Il carro dell’Associazione Amici del Carnevale di Montichiari (BS)
  • Il carro del Gruppo I Sonartisti di Sona (VR)
  • Il carro dell’Associazione Gruppo Alla Volta del Paradiso di Volta Mantovana (MN)
  • Il carro la Compagnia De Manega Larga di Santo Stefano di Zimella (VR)

default_4.jpg

I colori sono il bianco e il nero in onore della casa d’Este e il giallo oro ispirato alla Capra d’Oro del Palio Cavrianese gemellato con il rione S. Paolo di Ferrara e ha collaborato con il rione S. Benedetto.

Dietro di loro i gruppi di scolaresche di Istituti di Mantova e provincia.

In piazza Mantegna avrà luogo la premiazione e attestati di partecipazione.

Lo slogan dell’appuntamento sarà: “Vogliamo un ambiente bello pulito e sano, io, tu, noi, voi, rispettiamo tutti l’ambiente. Se amiamo la natura, prendiamocene cura!”.
Una kermesse, che porterà sulla passerella abiti e accessori interamente realizzati con materiali di scarto: sacchi di plastica, capsule del caffè, buste in canvas, pezzi di vetro, carta, cartone, nastro adesivo e rifiuti di ogni genere.
La manifestazione nata inizialmente per sensibilizzare la collettività nei confronti della raccolta differenziata dei rifiuti punta ora a divenire un evento glamour di prim’ordine.

L’iniziativa è nata grazie al messaggio ambientalista e tutto lo si deve al grande coraggio di Greta Thunberg, l’attivista svedese che ha mobilitato le masse di molte popolazioni.

Quest’anno la “Sfilata di Carnevale Re Trigol” intende, così, unirsi in un modo folcloristico alle manifestazioni che promuovono l’amore e il rispetto per l’ambiente per lanciare il suo grido in difesa del pianeta.

Una attenta giuria, composta da esperti di cultura, giornalismo, design e moda, selezionerà il gruppo migliore al quale sarà elargito un contributo di 500€ e l’ingresso omaggio alla classe ad un parco divertimenti.
Al corteo presenzieranno le maschere che rappresenteranno la flora e la fauna del territorio.

I bambini, attraverso dei travestimenti realizzati con materiali di riciclo, lanceranno messaggi e slogan sul rispetto dell’ambiente, sul riciclaggio, sulla raccolta differenziata.

Veniamo ora a quanto accadrà il giorno seguente ovvero domenica 16 febbraio grazie al Carnevale di Sua Maestà Re Trigol e la sua Corte

Il ritrovo dei partecipanti avverrà alle 14,30 mentre il percorso della Parata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera partirà da Largo Porta Pradella; si proseguirà attraversando Corso Vittorio Emanuele, Piazza Cavallotti e Corso Libertà per poi fare ritorno al punto di partenza.

Anche in questo caso aprirà il corteo Sua Maestà Re Trigol e la Regina Fior di loto a cavallo e la sua Corte al seguito.

Dietro di loro sfileranno nell’ordine; Gli Sbandieratori e Musici Maestà della Battaglia di Quattro Castella (Re), le Dame Viscontee di Pandino (Cr), le Majorettes Magic Stars di Jesolo (Ve), il carro della Compagnia Tiratardi di Santo Stefano di Zimella (Vr), il carro del Gruppo Wild Boys Franciacorta di Erbusco (Bs), il carro del Comitato Le Brutte Bestie di Canneto sull’Oglio (Mn)

il carro del Gruppo Carnevale Cappello Pozzomoretto di Villafranca (Vr), il carro dell’Associazione Amici del Carnevale di Montichiari (Bs), il carro del Gruppo I Sonartisti di Sona (Vr), il carro dell’Associazione Gruppo Alla Volta del Paradiso di Volta Mantovana (Mn) e il carro la Compagnia De Manega Larga di Santo Stefano di Zimella (Vr).

In piazza Cavallotti, infine, avrà luogo la cerimonia di consegna dei vari riconoscimenti previsti.

La leggenda di Re Trigol
Certo .. il “Carnevale e la Corte Re Trigol” non ha una storia, ma da anni si è delineata una vera leggenda. Nessuno nega l’originalità e la bellezza del carnevale di altre località. Anzi a loro va rivolto gran rispetto, per il modo con cui lo organizzano riproponendo riti, miti e personaggi arcaici. L’estrosità dei vari carnevali di una certa importanza, però, non annulla la qualità culturale e l’originalità del “Carnevale di Re Trigol”.

Questo, grazie alla nostra sperimentata capacità di trovare il giusto equilibrio tra il “retorico e l’artistico”, ed in questo abbiamo dato vita a trasmettere quella dinamicità che serve, perfettamente conscio delle nostre azioni e, soprattutto, capace di rispondere nel migliore dei modi alle richieste corali di chi vuole incoronare Mantova come la capitale dei Festival e del richiamo turistico.
Chi ha potuto assistere alle varie edizioni precedenti sapeva di non trovarsi di fronte al solito stereotipo o a una manifestazione che si ripete sempre uguale a se stessa, ma sa di assistere a qualcosa di innovativo, a qualcosa di diverso, accattivante e fantastico.

La bellezza del Carnevale di Mantova, dunque, si pone proprio nel suo modo di essere, nello stesso momento, “morigerato e scanzonato ma anche riflessivo per i temi sociali e ambientali ”.

Una straordinaria miscela di combinazioni che coniugano la maschera estemporanea quale quella di Re Trigol, simbolo di fantasia artistica, unica maschera in grado di rappresentare la città di Mantova.

Paolo Biondo

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.