COMUNITÀ DEL PARCO DEL MINCIO: VIA LIBERA UNANIME AL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE

Mantova, 8 luglio – La Comunità del Parco del Mincio ha approvato all’unanimità il Documento Unico di Programmazione 2021-2023, strumento di pianificazione strategica che declina gli impegni assunti dall’Ente in materia di opere, progetti e programmi finalizzati a valorizzare il patrimonio ambientale dell’area protetta e dell’ambito territoriale ecosistemico assegnato al Parco del Mincio da Regione Lombardia.

Comunità del Parco 8 luglio 2020.jpg

al tavolo il presidente Maurizio Pellizzer e il direttore Cinzia De Simone

“Il focus strategico della pianificazione è incentrato sul miglioramento della qualità delle acque e sulla riqualificazione forestale di siti che si caratterizzano per un prezioso patrimonio di specie e per gli importanti livelli di biodiversità, allo scopo di tutelarne e incrementarne il valore – spiega il presidente del Parco del Mincio Maurizio Pellizzer -. Un obiettivo che il Parco intende perseguire con un programma di opere che, nel triennio, prevede investimenti per quasi 5,4 milioni di euro, tra progetti in corso, candidati e in fase di candidatura, e la messa a dimora di oltre 22mila tra alberi e arbusti”.

DUP Investimenti triennio 2021-2023 copia

Nel piano annuale 2021 delle opere pubbliche, della consistenza complessiva di 1.275.714,28 euro, le progettualità più complesse per apporto tecnico e finanziario riguardano la riqualificazione dei canali Osone e Goldone, corsi d’acqua che hanno origine al di fuori del Parco ma che riversano nella riserva naturale Valli del Mincio cospicue quantità di materiali, in particolare limi, erba, legname e plastica. Nella parte terminale del canale Osone, il Parco del Mincio realizzerà uno sgrigliatore automatico semovente che fungerà da barriera del trasporto solido, intercettato da apposite griglie e rimosso in appositi cestelli attraverso un meccanismo idraulico a pettine. L’investimento, finanziato da Fondazione Cariplo all’interno del progetto Ecopay Connect 2020, ammonta a 305.810,00 euro. L’intervento di riqualificazione, che comprende anche la piantumazione di essenze autoctone per la creazione di ecosistemi filtro, è pianificato su un’area di 10mila metri quadrati che il Parco ha acquisito in proprietà.

Analogo l’intervento in programma alla foce del canale Goldone, dove è prevista la realizzazione di un impianto di affinamento della qualità del corso d’acqua attraverso la rimozione dei solidi sospesi e flottanti. Il progetto, candidato al bando di Fondazione Cariplo “Strategia clima” nell’ambito di un partenariato composto da Comune di Mantova, Comune di San Giorgio Bigarello, Comune di Porto Mantovano, Comune di Volta Mantovana e Parco del Mincio in qualità di partner, prevede un investimento di 500mila euro.

Si integra al tema del miglioramento della qualità delle acque il progetto Deflusso Ecologico del fiume Mincio, del valore di 50mila euro e finanziato da Regione Lombardia, attraverso il quale il Parco del Mincio posizionerà, nei punti che saranno concordati con Regione Lombardia, strumenti di misura e monitoraggio per definire i parametri qualitativi e quantitativi necessari a garantire un maggiore deflusso idrico e migliori condizioni di naturalità nel fiume Mincio.

La lotta alle specie esotiche invasive proseguirà nel 2021 con opere di contenimento delle formazioni di Acer nerundo, Sycios angulatus e Amorpha fruticosa nella Riserva naturale Isola Boscone, nel comune di Borgocarbonara, con un impegno finanziario di 49.226,43 euro, e della Ludwigia e Fior di Loto nei laghi di Mantova, contestualmente ai periodici interventi straordinari di ripristino dei canali nelle Valli del Mincio, per una spesa complessiva di 25.000,00 euro, e alla gestione attiva di canneti e cariceti prevista nel Piano di Sviluppo Rurale, per un importo di 34.717,86 euro.

2020 07_ELENCO PROGETTI_STAMPA copia.jpg

Articolati interventi di miglioramento forestale saranno invece condotti nelle Zone Speciali di Conservazione Complesso Morenico di Castellaro Lagusello e di Pomponesco e presso Bosco delle Bertone, per un investimento complessivo di 108.978,58 euro. Nell’arco del 2021 sono inoltre pianificate opere straordinarie di sistemazione idraulico-forestale, di miglioramento e conservazione della biodiversità presso il Centro Parco Bertone e nei Siti Natura 2000, per un importo di 91.756,41 euro. Complessivamente è prevista la messa a dimora di 22.542 tra alberi e arbusti, che integrano il patrimonio di circa 28mila piantumazioni già effettuate dal Parco con il progetto Tessere per la Natura e con gli interventi di potenziamento della Rete Ecologica Regionale.

Per le manutenzioni ordinarie e straordinarie sono previsti interventi presso la sede dell’ente, il Parco Bertone e i tracciati dei percorsi naturalistici (23.500,00 euro), nella riserva naturale Isola Boscone (19.100,00 euro) e presso i centri visita di Rivalta sul Mincio e di Parco Bertone (22.300,00 euro).

Per l’attività di vigilanza condotta dalle Guardie Ecologiche Volontarie sono stati impegnati 10mila euro finalizzati all’acquisto di beni strumentali, a cui si aggiungono le risorse stanziate per l’acquisto di beni durevoli per l’attività di anticendio boschivo (4mila euro).

Complessivamente, tra progetti in corso (2.890.036,30 euro), già candidati (1.253.061,42 euro) e in fase di candidatura (1.250.000,00 euro), lo staff dell’Ente, composto da sette dipendenti, sta gestendo progettualità per un valore di 5.393.097,72 euro.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.