MANTOVA – AL VIA IN OSPEDALE LE VACCINAZIONI AI PAZIENTI A ELEVATA FRAGILITÁ

Si parte con gli oncologici. L’attività si svolge direttamente nei reparti ed è rivolta alle persone estremamente vulnerabili che ASST ha in cura
Il personale di ASST ha dato il via alle vaccinazioni ai pazienti a elevata fragilità in cura negli ospedali dell’azienda. L’iniziativa è partita mercoledì con i pazienti oncologici, secondo l’ordine di priorità stabilito da Regione Lombardia per le persone estremamente vulnerabili, che “per danno d’organo o per una compromissione della risposta immunitaria al Covid hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali della malattia”.  

I professionisti di ASST vaccinano direttamente nei reparti e si sta programmando un piano che coinvolga via via le categorie indicate da Regione per i soggetti affetti da specifiche malattie, con un alto grado di severità: respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabetiche, endocrinopatie. E ancora: pazienti affetti da fibrosi cistica, insufficienza o patologia renale, patologie autoimmuni o immunodeficienze primitive, epatiche, cerebrovascolari, emoglobinopatie, sindrome di Down, grave obesità, Hiv o sottoposti a trapianto d’organo e cellule staminali, disabili.

È in fase di conclusione la campagna vaccinale di ASST per gli over 80, gli insegnanti, i liberi professionisti della sanità, i volontari, gli studenti dei corsi di laurea del Poma. In corso la vaccinazione dei disabili all’interno delle strutture territoriali, grazie all’unità mobile realizzata col sostegno dei Lions. Si è poi sperimentata con successo, con l’intervento di un gruppo di medici di medicina generale, la somministrazione a domicilio per i pazienti fragili non trasportabili. Sono infine terminate le vaccinazioni in carcere per le forze dell’ordine e gli operatori penitenziari.

Attualmente ASST, compatibilmente con le forniture di vaccini e la disponibilità di risorse umane, è in grado di somministrate circa 1.000 dosi al giorno. Al Centro Vaccinale La Favorita, che sarà in funzione dal 3 aprile, si potranno superare le 2.000 vaccinazioni quotidiane, quando la struttura a pieno regime. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.