PROGETTO “GENERARE IL FUTURO DALLA SCUOLA ALLA CITTÀ”: CIRCA 15 MILIONI PER MANTOVA

Dieci milioni di euro per investimenti e 5 milioni di euro per implementazione di servizi pubblici e attività con terzo settore e partner operativi in 4 scuole primarie e nei quartieri.

Nuovi spazi polifunzionali per laboratori e attività alla Tazzoli e Pomponazzo, nuova palestra alla Martiri, interventi riqualificazione interna alla Don Mazzolari, ammodernamento della Biblioteca Baratta e biblioteche di quartiere e oltre ad investimenti per la mobilità degli studenti e nuovi collegamenti tra scuole e quartieri, tra cui il collegamento tramite sottopasso ciclo pedonale tra Te Brunetti e il Parco del Te.

Vincendo il bando regionale con il progetto Scuola al Centro, l’Amministrazione ha ottenuto 15 milioni di euro destinati a finanziare il progetto che comprende opere strutturali e nuovi servizi per 4 scuole e quartieri. Il finanziamento regionale attinge dai fondi strutturali europei per il periodo 2021-2027.

Le scuole oggetto delle azioni, interamente finanziate dal bando, sono la primaria Don Enrico Tazzoli a Cittadella, la primaria Pomponazzo in centro, la Martiri di Belfiore in Valletta Paiolo e la Don Mazzolari di Valletta Valsecchi.

Su tali istituti sono previsti progetti di riqualificazione edilizia nell’ottica della sostenibilità ai quali si sommano iniziative e servizi nei rispettivi quartieri.

I progetti sono stati presentati mercoledì 28 aprile, nella sala Consiliare del Comune di Mantova, dal sindaco Mattia Palazzi e dalle assessore del Comune di Mantova Adriana Nepote, Serena Pedrazzoli, Chiara Sortino e Alessandra Riccadonna.

OPERE E SERVIZI

Per quanto riguarda la distribuzione delle risorse i 15 milioni di euro saranno suddivisi per le 4 scuole, biblioteche, centro famiglie e relativi quartieri in investimenti e attività sui fronti della cultura, istruzione, mobilità sostenibile, welfare, biblioteche e politiche giovanili.

Per la Scuola Don Enrico Tazzoli a Cittadella si prevede un investimento complessivo di 2.966.000 € suddivisi in:

• 1.416.000  € in investimenti immateriali come ad esempio 600.000 € per potenziare un’offerta formativa basata su un doposcuola a carattere scientifico- laboratoriale, 250.000 € un per servizio di sostegno allo svolgimento dei compiti dei più piccoli, 130.000 € per iniziative rivolte alle famiglie per il sostegno alla genitorialità, accompagnamento e orientamento per famiglie e donne di recente immigrazione. Circa 90.000 € supporto alle start up di servizi per turismo sostenibile per favorire l’occupazione di e giovani e donne, 120.000 € per eventi ed iniziative di educazione ambientale.

• 1.550.000 € in investimenti materiali per la creazione di una struttura polifunzionale finalizzata ad accogliere mensa, attività di laboratorio, corsi di formazione e altre attività del quartiere.

Per la Scuola Pomponazzo Centro Storico si prevede un investimento complessivo di 3.621.000 € suddivisi in:

– 1.671.000 € immateriali come ad esempio 90.000 € supporto alle start up di servizi per turismo sostenibile per favorire l’occupazione di e giovani e donne, didattica museale e Unesco per circa 100.000

€, 200.000 € per laboratori artistici e creativi, 100.000 € laboratori di educazione digitale. Circa 150.000 € per servizi a sostegno delle famiglie. Circa 700.000 € per corsi di orientamento e avvicinamento alla musica e al teatro dedicati ai bambini e ai ragazzi.

• 1.950.000 € materiali come 200.000 € per l’adeguamento degli spazi di Sant’Agnese per le politiche giovanili, 1.500.000 € per creare uno spazio mensa polifunzionale, utilizzabile anche per attività di formazione, doposcuola e iniziative civiche. 

Per la Scuola Martiri di Belfiore in Valletta Paiolo l’investimento complessivo sarà di 5.286.000 € suddivisi in:

• 1.556,00 immateriali come ad esempio 120.000 € per misure per favorire l’accesso all’offerta culturale e del tempo libero per i giovani specialmente per chi ha meno possibilità. Circa 130.000 euro per servizi di ascolto e consulenza rivolti alle famiglie, ed eventi per favorire la socialità e l’incontro tra famiglie. Circa 600.000 € per attività sportive in orari extra scolastici. Circa 1.300.000 € per percorsi formativi in varie lingue, con il coinvolgimento di scuole superiori e università.

• 3.900.000,00 materiali come ad esempio la demolizione dell’ex casa del custode e realizzazione della nuova palestra polifunzionale fruibile anche dal quartiere e riqualificazione degli spazi esterni per la didattica all’aperto.

Per la Scuola Don Mazzolari in Valletta Valsecchi l’investimento complessivo sarà di 2.256.000 € suddivisi in:

• 856.000 € interventi di riqualificazione interna e attività rivolte ai giovani e servizi alle famiglie con il potenziamento del centro per le famiglie con uno spazio di coworking dedicato alle donne e area bambini e riqualificazione area esterna (terrazzo) Circa 150.000 € per l’implementazione di servizi di doposcuola 

Sistema bibliotecario

• 1.400.000 € come ad esempio 750.000 € per la riqualificazione degli spazi del sistema bibliotecario, Baratta e biblioteche di quartiere, al fine di implementare i servizi dedicati ai giovani. 

Collegamento tra quartieri, scuole e parco del Te

• Circa 350.000 € per la realizzazione di percorsi di mobilità sostenibile e sicura tra il quartiere e altri punti di riferimento come Camposcuola e i giardini di Palazzo Te con un sottopasso ciclopedonale a Te Brunetti. 

• Circa 200.000 € per riqualificazione esterno palestra Boni quale spazio sportivo estivo per le scuola dell’infanzia Anna Frank e primaria Don Mazzolari.

Saranno 870.000 euro gli investimenti complessivi per opere e azioni trasversali a tutte e quattro le scuola e quartieri suddivisi in:

• 520.000 € come ad esempio 150.000 € per promuovere il servizio bibliotecario diffuso, 350.000 € per coordinamento pedagogico e coprogettazione.

• 350.000 € principalmente per il potenziamento della flotta scuolabus e pollicini.

PARTNER E STAKEHOLDER – La strategia prevede il coinvolgimento e l’attivazione di partner strategici e reti di stakeholder che nel corso degli anni hanno consolidato la loro collaborazione col Comune di Mantova attraverso progettazioni congiunte e strategie: Provincia Mantova, ATS Val Padana, A.S.S.T. di Mantova, Consorzio Progetto Solidarietà, Fondazione Università di Mantova, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Brescia, UNIMORE, L.T.O. Mantova e la sua rete Istituzionale, Camera di Commercio di Mantova, FOR.MA., CO-MN, Rete Bibliotecaria Mantovana, Rete Antiviolenza, Rete di co-progettazione Centro per le Famiglie, Parco del Mincio, Labter Crea, Consorzio Progetto Solidarietà e la rete degli operatori culturali tra cui Festivaletteratura, Pantacon, Alkémica, Associazione R84, OCM Mantova, Segni d’Infanzia, Fondazione Palazzo Te e Caravan SetUp.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.