GONZAGA – Convegno “Crisi dei redditi agricoli e nuove opportunità per l’azienda agricola multifunzionale”

  Fiera Millenaria di Gonzaga – Sala convegni
Martedì 8 settembre ore 20.30

mail

L’agricoltura convenzionale, intesa come produzione primaria, registra, da tempo, prezzi in forte calo e costi gestionali in continua crescita, determinando una crisi reddituale indotta dai mercati, sempre più dominanti nel determinare i prezzi agricoli.

Nel contempo, il cedimento dei valori fondiari nel nostro paese ed i processi di accaparramento delle terre, i ritardi nelle erogazioni Pac, l’aumento della pressione fiscale ed i ricorrenti danni da calamità naturali, disegnano un quadro preoccupante che rischia di minare il ruolo trainante dell’agricoltura per l’economia mantovana.

Tutto ciò succede in un contesto di agricoltura fiorente, tra le più produttive e professionali, con raccolti e prodotti riconosciuti per la loro unicità. Inoltre, l’opinione pubblica, molto interessata alla salute, al buongusto e alla sovranità alimentare, esercita un’attenzione decisamente favorevole a beni agroalimentari di sicura e vicina provenienza territoriale.

Se lo sguardo continua a seguire le attività agricole, incontra altre realtà e altri meccanismi, come il commercio mondiale completamente gestito dalle multinazionali, il perpetuarsi di frodi alimentari  che colpiscono insieme produttori e consumatori, lo spreco di risorse proprio di un sistema economico formatosi e tenuto in vita da persistenti e progressive ingiustizie.

La mancanza di un’adeguata ed efficace politica agraria ha favorito scorrerie di sfruttamento economico, tecnico e sociale lacerando il tessuto umano e aziendale del lavoro agricolo, trasformando la filiera in una gabbia.

Viene sempre più praticato un generalizzato contratto di soccida. E l’attuale governo europeo, invece di riequilibrare i rapporti di forza e tutelare il settore che ha la responsabilità dell’alimentazione, della sovranità alimentare e dell’ambiente dei cittadini europei, si rende complice e attiva logiche e azioni speculative e distorsive.

Il trattato TTIP ( Transatlantic trade and investment partnership) ne è un esempio significativo. Per questo è necessario intervenire radicalmente sulle logiche di mercato che, a livello locale e internazionale, penalizzano i redditi agricoli.

Nel XV anniversario delle legge di orientamento (d. lgs 228/2001), che ha segnato una svolta nel mondo agricolo dopo decenni di immobilismo, l’agricoltura multifunzionale e la biodiversità si confermano, invece, come importanti opportunità economiche a cui i giovani guardano con interesse.

Nel corso del convegno sarà presentata  la guida illustrata di “Vita in campagna” dedicata all’azienda agricola multifunzionale e alle nuove opportunità di sviluppo.

i temi proposti dal convegno e i nomi degli esperti che interverranno:

monica-di-sisto_bw

 “Le ricadute in campo agricolo del trattato TTIP”

Monica Di Sisto, vicepresidente dell’Associazione Fairwatch e docente modelli di sviluppo economico Pontificia Università Gregoriana di Roma

mattep-bartolini-ceja-presidente-2013

“Diamo credito ai giovani”

Matteo Bartolini, imprenditore agricolo e presidente del Consiglio europeo dei giovani agricoltori europei (Ceja)

938_Maurizio_Castelli_x_sito

“La produzione alimentare nel mantovano”

Maurizio Castelli, assessore alle politiche agroalimentari della Provincia di Mantova

Coordina Giorgio Vincenzi direttore del mensile “Vita in Campagna”

Annunci

Rispondi