MANTOVA – LA RIVOLUZIONE CULTURALE DI PALAZZO DUCALE

Assmann - Casarin 3

Renata Casarin e Peter Assmann

di Mendes Biondo

Un report informale. Così il Direttore del Palazzo Ducale di Mantova Peter Assmann e dal funzionario, Renata Casarin hanno definito la presentazione delle novità che coinvolgeranno la reggia gonzaghesca per gli anni a venire. Un report che già dalle prime pagine dimostra quanto impegno ci sia alle spalle e quante difficoltà si siano poste di fronte a coloro che hanno voluto riportare il Palazzo Ducale al centro della vita culturale mantovana.

Si parte dalle piccole cose, perché, come disse Mies Van Der Rohe, è nei dettagli che si nasconde Dio e quindi ecco che è stata realizata una nuova segnaletica d’ingresso e per gli uffici, una nuova serie di loghi che siano strettamente identificativi del Palazzo in sé e una serie di nuovi pass nominali ai dipendenti che vanno a sostituire la più formale divisa.

Elementi come questi, uniti al costante impegno per divulgare ciò che è custodito nelle stanze del palazzo e ad una serie di laboratori didattici per le scuole, hanno fatto sì che il Ducale staccasse il 33% in più di biglietti rispetto allo scorso anno. Questo significa portarsi lungo la scia di due realtà artistico-culturali come la Pinacoteca di Brera e le Gallerie dell’Accademia di Venezia.

domani al Ducale.jpg

Ma le innovazioni, in casa Gonzaga, non si limitano a questo. Sono stati introdotti, infatti, nuovi modi per ottenere il fatidico biglietto, sia per i locali che per i turisti – unica vera risorsa per una realtà come Mantova che non può fondare la propria ricchezza su altro.

Stiamo parlando del biglietto annuale, biglietto integrato Palazzo Ducale+ Museo Archeologico Nazionale, della formula p@h (print at home), ovvero la possibilità di acquistare il biglietto online, e recarsi direttamente all’ingresso del percorso museale senza passare dalla biglietteria, l’introduzione nuova MANTOVA MUSEI CARD + SABBIONETA e, per non farsi mancare proprio nulla, l’adesione al CIRCUITO ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA.

Da poco tempo è stato inaugurato LaGalleria, cioè un nuovo spazio dedicato all’arte contemporanea e la nuova sala introduttiva alla Camera degli Sposi. Inaugurato il nuovo allestimento Sala degli Arcieri mentre è stato riaperto l’Appartamento della Rustica.

Tra tante cose che stanno per essere predisposte, vi sono anche le istallazioni di nuovi totem multimediali all’ingresso del percorso museale.

In programma anche l’inaugurazione della sala multimediale ARCHITETTURA GONZAGA 3D realizzata in collaborazione con Politecnico di Milano.

Le Cantine di Vincenzo sono state il luogo prediletto per la realizzazione de Il laboratorio delle metamorfosi di Patrick Moya in collaborazione con Moz-Art mentre allo Spazio LaGalleria ci sarà MantovArte2016 + Studi Aperti Chromospazio Sonia Costantini e Josef Schaiger.

Hidetoshi Nagasawa- Vortici.jpg

Da non dimenticare l’installazione di Hidetoshi Nagasawa intitolata Vortici e realizzata in collaborazione con Mantova Creativa e Lubiam Cavallerizza.

Il Palazzo Ducale si vive anche di notte grazie alle installazioni luminose dell’esposizione E quando il sole cade, la città si accende.

Sul versante editoriale, sono in arrivo i cataloghi dedicati alla mostra di Sonia Costantini e Josef Schwaiger che daranno vita alla nuova collana editoriale del Museo, che proseguirà con la pubblicazione del catalogo delle installazioni luminose della Cavallerizza (che sarà presentato il 26 Agosto).

Tra gli innumerevoli eventi in programma ci sono quelli del Granballo di Manto il 2 di Gennaio, gli Assaggi di Festival (anteprima Trame Sonore), MantovArchitettura, la Notte Europea dei Musei, dal 1 al 5 giugno ci sarà il IV Festival Internazionale di Musica da Camera “Trame Sonore”, la Festa della Musica, la rassegna 1000 Giovani per la Musica, la Festa dei Musei con apertura serale a €1, dal 31/5 al 30/09 le aperture serali in continuità ogni venerdì fino alle 22.30.

didattica al Ducale

Dal punto di vista didattico sono sempre numerosissime le scuole che raccolgono l’offerta formativa proposta dai Servizi Educativi del Museo. Si tratta di 59 Istituti, 153 classi, per un totale approssimativo di 3.250 bambini e ragazzi, dall’asilo nido alle scuole superiori

Le tematiche proposte sono state:

  1. A caccia di nuvole
  2. Cico Cicogna, cico ci cova
  3. Con i tuoi occhi
  4. A spasso nel tempo
  5. I Paradisi dei Gonzaga
  6. A tavola con i Gonzaga
  7. Il giardino del mago
  8. Pipistrello menestrello
  9. Mantegna, raccontaci dei Gonzaga!

Per chi volesse visitare il Palazzo Ducale al seguito di una guida turistica, potrà farlo ogni sabato e domenica alla mattina e al pomeriggio con un servizio potenziato a cinque turni nei giorni festivi e nelle prime domeniche del mese a ingresso gratuito.

didattica per adulti al Ducale

Anche quest’anno il Laboratorio di Restauro e i Servizi Educativi del Museo hanno proseguito due importanti progetti didattici: il Laboratorio di Disegno, tenuto ogni martedì mattina e sempre seguitissimo, per imparare a conoscere tecniche artistiche e materiali, disegnando e dipingendo dal vero negli ambienti museali e BelloAperto, il Laboratorio per Artisti Outsider in collaborazione con Daniela Rosi che si svolge ogni ultimo giovedì del mese dedicato a persone con disagio psichico

È in fase di progettazione il nuovo sito internet del museo, più dinamico, ricco di immagini e con tutte le principali informazioni a portata di click.

Oltre a ciò si ricorda che il Museo è presente sui principali social network tra i quali Facebook (2.660), Twitter (327) e Instagram (92) e i follower sono in costante aumento. Nella reputation on line si attesta costantemente tra il 4° e 8° posto tra i principali musei italiani e anche quest’anno è stato assegnato il Certificato di Eccellenza di TripAdvisor per le recensioni positive dei visitatori.

Dal 2015 il Museo è stato riconosciuto Monumento Vivo per l’ospitalità che offre a rondoni, taccole e pipistrelli (chirotteri) nelle torri e nelle volte del Castello, carpe e lucci nel fossato.Si sta procedendo a una pulizia delle piante acquatiche che deturpano l’estetica del fossato, incentivando anche il movimento delle acque per evitare i ristagni. Si segnala anche che è stato concluso il restauro conservativo della Sala di Manto oltre che i lavori di consolidamento strutturale e miglioramento antisismico, impiantisca dell’Appartamento della Rustica con predisposizione macchine e impianto illuminotecnico

Le mostre e gli eventi previsti in calendario sono:

 CASTELLO DI SAN GIORGIO: 7 ottobre – 8 gennaio 2017: Albrecht Dürer Incisioni e influssi

La GALLERIA – ARTE CONTEMPORANEA: 2 settembre – 1° novembre: Arte, altra letteratura epoi·per·sempre·lumanita (in collaborazione con LAO Laboratorio artisti outsider), a cura di Daniela Rosi e Peter Assmann

4 – 28 settembre, SALE REFETTORIO DI SANTA CROCE: Hannukah Lamps – una collezione tra storia e arte e design in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato e la comunità ebraica di Casale Monferrato (il 4 e al 25 settembre concerti con canti ebraici)9 settembre – 30 ottobre: Giordano Morganti, fotografo Installazione Sala Specchi, Sala dei Fiumi e balconi facciata

2 – 30 ottobre: VISITE GUIDATE ALLE CARCERI DEI MARTIRI DI BELFIORE nel Centenario della annessione della Lombardia all’Italia 1° novembre, Appartamento della Rustica, piano terra: Museo dell’Alchimia (Preview) in collaborazione con Segni d’Infanzia

26 agosto, PRATO DI CASTELLO: presentazione catalogo E quando il sole cade, la città si accende

3 settembre: presentazione del libro di Edgarda Ferri “La casa di Isabella d’Este”, Mantova, ediz. Officina Tre Lune

6 settembre, APPARTAMENTO DELLA RUSTICA: presentazione catalogo Abitare Gonzaga 2016

7 – 11 settembre: Festivaletteratura

8 settembre,SALA DEI FIUMI e GIARDINO PENSILE: Gentryportofino, presentazione ultimo numero della rivista ‘La biblioteca di Via Senato’ (centro culturale attivo nel cuore di Milano dal 1997) dedicato a Ludovico Ariosto per i 500 anni dell’Orlando Furioso. Segue cocktail.

9 settembre, SALA DI MANTO ore 21: Bruno Corà incontra Hidetoshi Nagasawa

24 e 25 settembre: Giornate Europee del Patrimonio, (entrata prevista al costo di € 1 solo  in fascia serale del sabato – 19.30-22.30)

 

Rispondi