MANTOVA – DANTE DOPO 750 ANNI: UN’ESPERIENZA SEMPRE ATTUALE

gianni-vacchelli
Il laboratorio culturale “Elabora” presenta l’ultimo saggio del prof. Gianni Vacchelli “L’attualità dell’esperienza di Dante. Un’iniziazione alla Commedia. Modera Francesco de Luca. L’incontro si terrà martedì 27 giugno alle 21 nella sala Paolo Pozzo del Museo diocesano Francesco Gonzaga di Mantova (piazza Virgiliana 55).

L'attualità dell'esperienza di Dante. Un'iniziazione alla Commedia.jpg

Dalla quarta di copertina:  Il taglio sapienziale del saggio, attento alla dimensione dell’esperienza (senza misconoscere le ragioni della filologia), è un invito al viaggio nella Commedia, nella sua arte eccelsa, come nel suo simbolismo interiore, e soprattutto nella vita, nella realtà. L’«attualità» di Dante sta qui: non è solo e tanto cronologica, ma dell’uomo, delle sue aspirazioni più profonde, e quindi sempre presente. Il viaggio dell’uomo dantesco è attraversamento degli abissi oscuri (Inferno), trasformazione (Purgatorio) e integrazione (Paradiso).

La pienezza dell’umano, come anche del divino e del cosmico, vi risplende, qui ed ora, non solo nell’aldilà, senza peraltro superficiali ottimismi.

Il cristianesimo di Dante, almeno in parte, è ancora “un inedito” (nella storia), per audacia di aperture e compimenti. Peraltro “l’esperienza dantesca” parla ancora oggi, laicamente, all’uomo secolare e alla ricerca di sé stesso.

Alcune peculiarità del libro, che lo rendono innovativo, sono:- L’approccio integrale, olistico al testo: i tre livelli costitutivi della Commedia – letterale-letterario, psicologico-interiore, mistico-simbolico–coesistono e lavorano insieme.

L’utilizzo di vari linguaggi e discipline: l’esegesi letteraria e dantesca, la stilistica, la psicologia del profondo, la filosofia, la teologia, la mistica.

L’importanza dell’ermeneutica interculturale del grande filosofo e teologo indo-catalano Raimon Panikkar e di alcune sue fondamentali intuizioni (quali la visione cosmo teandrica, la mistica come esperienza della Vita etc.), per la prima volta applicate al testo dantesco.

Il saggio, dantescamente strutturato in 9 capitoli, si sofferma su argomenti chiave del poema: il viaggio mistico-iniziatico; il mistero di Beatrice; la presenza del Cristo; la figura di Virgilio; la visione trinitaria o cosmo teandrica del Poeta, etc.

L’approccio simbolico e insieme attualizzante vuole interessare non solo lo specialista, ma ogni persona attenta e in ricerca.

GIANNI VACCHELLI è professore di letteratura italiana in un liceo classico milanese e insegna al Dipartimento di Italianistica (Scienze della Formazione) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Tiene corsi e conferenze, scrive libri per la scuola, racconti e saggi.

La Bibbia e Dante, letti in una prospettiva simbolica che tenga insieme il livello interiore con quello letterario e mistico, sono i suoi principali oggetti di studio.

La sua lettura, attenta al dialogo interculturale, è al crocevia delle tradizioni spirituali d’Oriente e d’Occidente.

Annunci

Rispondi