REGGIOLO – DIPINTI E SCULTURE DEL ‘900 EUROPEO: opere di GIORGI, GILIOLI e SANTACHIARA in una mostra antologica a VILLA DE MOLL

Emile Gilioli (1911-1977) Il sole, 1968, marmo, cm. 40x40x10

Emile Gilioli (1911-1977) Il sole, 1968, marmo (cm. 40x40x10)

8 Ottobre 2017 | 28 Gennaio 2018

Inaugurazione: 8 Ottobre – ore 17,00

Una grande mostra antologica dedicata a tre importanti artisti legati a Reggiolo. Antonio Ruggero Giorgi (1887-1983), Émile Gilioli (1911-1977) e Carlo Santachiara (1937–2000) sono per la prima volta riuniti in un percorso espositivo organizzato a Villa De Moll-Pavarini con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Comune di Reggiolo, dei Comuni di Mantova e San Benedetto Po, della Provincia di Mantova e Reggio Emilia e di Palazzo Te di Mantova. Dall’8 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 l’antologica “Dipinti e sculture del ‘900 europeo” presenterà 65 opere dei tre artisti, metà delle quali dipinti e metà sculture di Gilioli e Santachiara provenienti da collezioni private, dal Museo Giorgi di Reggiolo e da Palazzo Te di Mantova.

Domenica 8 ottobre, alle ore 17, l’appuntamento inaugurale con il saluto del sindaco Roberto Angeli e gli interventi dei critici Roberto PedrazzoliFrancesco Piero Franchi e del curatoreFranco Canova. Seguirà un aperitivo a cura della Pro loco di Reggiolo. Sarà il primo degli eventi in programma, perché l’antologica reggiolese offrirà ai visitatori diverse occasioni di approfondimento nei mesi di apertura.

Tre incontri dedicati saranno infatti l’occasione per approfondire la conoscenza dei singoli artisti grazie agli interventi di esperti, parenti e amici che si incontreranno a Villa De Moll-Pavarini.

Antonio Ruggero Giorgi (1887-1983) Milite ignoto, 1917, olio su tela, cm. 20 x 25

Antonio Ruggero Giorgi (1887-1983) Milite ignoto, 1917 (olio su tela, cm. 20 x 25)

Si comincia mercoledì 1 novembre alle ore 17.30 con Antonio Ruggero Giorgi, pittore e incisore italiano di fama internazionale, e gli interventi di Roberto Pedrazzoli e Ivo Bernardelli.

Domenica 3 dicembre, alla stessa ora, sarà la volta di Carlo Santachiara, fumettista, scultore e grafico che da Reggiolo si trasferì a Bologna negli anni ’50 pur rimanendo sempre legato al suo paese natale. Approfondiranno la storia artistica e la biografia dell’artista Francesco Piero Franchi e Bettina Dürr.

Domenica 7 gennaio 2018 l’appuntamento è dedicato allo scultore e autore di opere grafiche Émile Gilioli, figlio del reggiolese Erminio e della toscana Isolina Melosi, che nasce a Parigi il 10 giugno 1911 per divenire presto uno stimato scultore. Interverranno Franco Canova e Nadia Gilioli.

A ogni incontro seguirà un aperitivo a cura della Pro loco di Reggiolo.

Carlo Santachiara (1937-2000) Cavallo e cavaliere, 1980, cm. 80x50x40

Carlo Santachiara (1937-2000) Cavallo e cavaliere, 1980, (cm. 80x50x40)

Con questa importante mostra – spiega l’assessore alla Cultura di Reggiolo Franco Albinelli – l’Amministrazione rende omaggio a tre illustri artisti del secolo scorso molto legati alla nostra comunità. Le opere di Giorgi, Gilioli e Santachiara sono sparse in collezioni di tutta Europa e molte sono state donate a Reggiolo e attualmente conservate in municipio. Sculture si trovano in piazza Martiri e davanti alle scuole elementari. Insomma Giorgi, Gilioli e Santachiara fanno parte della storia locale e trovano spazio in quel percorso di ricostruzione, anche fisica del paese dopo il duro colpo inferto dal terremoto. Basti pensare alla recente inaugurazione di Corte Santachiara, dove visse l’artista Carlo Santachiara. Questo e altro, perché quando si ricostruisce si ripercorre una strada e si approfondisce la storia. Ecco perché Reggiolo pensa agli artisti legati a questa terra”.

C’è poi un grande progetto. Le opere di proprietà comunale presenti nel percorso espositivo, avranno presto un loro spazio dedicato. “Quando la ristrutturazione di Palazzo Sartoretti, la futura sede del municipio, sarà conclusa – continua Albinelli –, tutte le opere d’arte saranno raccolte in una pinacoteca permanente aperta al pubblico e alla cittadinanza: ricostruire Reggiolo sarà così anche un contributo alla cultura e alla bellezza”.

La mostra “Dipinti e sculture del ‘900 europeo” rimarrà aperta dall’8 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 i festivi e prefestivi dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 18.

Un volume dedicato all’antologica, curato dal professor Franco canova, presenta l’opera dei tre artisti e raccoglie i commenti dei critici.

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.