MANTOVA – SCUOLA: RELAZIONI E FUTURO. PALAZZI: La scuola del futuro deve sapere parlare il linguaggio dei giovani. Serve flessibilità e coraggio

Una scuola che curi le relazioni e che guardi al futuro. È questo l’orizzonte in cui si è calato il convegno che ha registrato il tutto esaurito e che si è volto questa mattina, martedì 3 settembre, al Mantova Multicentre di Largo Pradella.

Mattia Palazzi, sindaco di Mantova

La giornata di formazione è stata organizzata dal settore Servizi Educativi e Pubblica Istruzione del Comune di Mantova con la collaborazione e il sostegno Csa coop da molti anni legata al mondo della scuola nella realizzazione di progetti di sostegno all’inclusione e di contrasto alle difficoltà scolastiche. In apertura gli interventi del dirigente Usp di Mantova Giuseppe Bonelli e del sindaco di Mantova Mattia Palazzi con la moderazione dell’assessore alle Politiche Educative del Comune di Mantova Marianna Pavesi.

La scuola del futuro – ha sottolineato Palazzi – deve sapere parlare il linguaggio dei giovani. Serve flessibilità e coraggio. Dobbiamo considerare che il 50 per cento dei bambini che fanno il loro ingresso alle elementari da grandi faranno lavori che oggi non esistono”.

Il convegno ha messo al centro della progettazione didattica le persone, gli alunni, le relazioni – ha detto Pavesi -. Non è mai stato possibile prescindere da una didattica che parta dalla costruzione di relazioni significative, a maggior ragione oggi in cui la relazione necessita di tempi e luoghi. La scuola è riferimento spaziale relazionale e di competenze è uno spazio di progettazione didattica ed educativa che deve rispondere alle esigenze mutate, con una attenzione al tema della sostenibilità per il quale partirà dal 19 settembre una formazione specifica rivolta a tutta la cittadinanza”.

Il meeting è stato organizzato anche per favorire un avvio positivo dell’anno scolastico con lo scopo dell’iniziativa e di far percepire l’inizio della scuola come un momento importante per l’intera comunità cittadina, facendo emergere le risorse che il territorio offre a sostegno delle attività educative e favorire l’instaurarsi di un “Patto tra scuola e città”.

L’incontro era rivolto agli insegnanti degli Istituti Comprensivi, delle scuole dell’infanzia comunali, statali e autonome. Durante la giornata fino al pomeriggio si sono susseguiti gli interventi di numerosi esperti che hanno sviluppato vari aspetti legati all’attualità scolastica.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.