CASA DEL MANTEGNA, NEL TEMPO BUIO. L’ASSEDIO DI SARAJEVO: UNA MOSTRA FOTOGRAFICA E UNA SERIE DI CONFERENZE

MANTOVA – L’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea organizza la mostra fotografica “Mirare Sarajevo 1992-2022”, curata da Roberta Biagiarelli, con fotografie di Mario Boccia e Luigi Ottani che verrà inaugurata il 1° di aprile alle ore 17:30 presso la Casa del Mantegna e una serie di conferenze a partire da venerdì 25 marzo.

L’esposizione fotografica per ricordare a trent’anni di distanza quello che divenne il più lungo assedio nella storia del Novecento in Europa con scatti fotografici di Mario Boccia e Luigi Ottani.

Alle immagini riprese da Boccia, fotografo di guerra e giornalista che nella capitale bosniaca trascorse diversi mesi, documentando la sopravvivenza quotidiana della popolazione e gli atti di aggressione delle forze serbo-bosniache, sono accostate a quelle di Ottani, che trent’anni più tardi si è messo sulle tracce dei cecchini di Sarajevo, puntando il teleobiettivo sui passanti e ottenendo fotografie che ci inquietano e ci interrogano.

A latere della mostra è previsto un  ciclo di incontri di approfondimento, il primo dei quali sarà venerdì 25 marzo, ore 17:30 presso Casa del Mantegna, anticipando di una settimana l’inaugurazione della mostra.

Alfredo Sasso, docente presso l’Università degli Studi di Torino, parlerà di “Sarajevo: l’assedio, le resistenze, la pace”. Introducono Daniela Ferrari e Carlo Saletti, presidente e direttore scientifico dell’Istituto. 

L’invito è rivolto a tutta la cittadinanza e l’accesso è consentito nel rispetto delle norme anti-covid.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.