GAZOLDO DEGLI IPPOLITI – INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “DAI MEANDRI DELLA MENTE” DI ANNA SOMENSARI

Anna Somensari - ElianeDOMENICA 9 OTTOBRE ORE 17 alla Postumia di Gazoldo degli Ippoliti (piazzetta Postumia, 2), nuovo appuntamento all’insegna dell’arte dove i protagonisti saranno la pittrice Anna Somensari, lo scrittore Massimiliano Boschini e i musicisti Barbara Mazzola, Valentina Martinelli e Francesco Bonfà.“Dai meandri della mente” è il titolo della mostra di pittura dell’artista mantovana ANNA SOMENSARI che verrà inaugurata alla presenza dell’artista con gli interventi della poetessa italouruguaiana Liliana Riva e del giornalista Paolo Biondo. 

“Grazie per l’ossigeno che dona il tuo talento!” (Liliana Riva)

La mostra rimarrà aperta fino al 30 ottobre 2016.
Anna SomensariANNA SOMENSARI, maestra elementare dal 1966 al 1991, nipote del pittore Luigi Somensari, è nata e vive a Mantova. Solo dai primi anni Novanta Anna si dedica toto corde alla pittura. Nella sua arte c’è stata una costante evoluzione: dal periodo tardo impressionista a quello dei “vecchi muri”, su tela di sacco, sino all’astrattismo simbolico concettuale che trova, tuttavia, le sue radici in una libera e liberatoria interpretazione del modello figurativo.

Negli ultimi periodi (2015/2016) ha esposto in una personale alla Galleria Arianna Sartori di Mantova “Il pensiero: forma e colore“; a Casa Museo Sartori di Castel d’Ario, esposizione antologica “di Fiore in Fiore“; a Napoli – Museo delle Arti, collettiva “Spoleto incontra Napoli” e personale a Bologna – Galleria Sant’Isaia “I meandri della mente“.

Boschini.jpgA seguire:  “MORS – vita, morsi e miracoli tra Berlino Est e la Pianura Padana”  di MASSIMILIANO BOSCHINI (Editoriale Sometti).

Con l’autore dialogano Nicola Sometti e Fabio Veneri con un ricordo storico-sentimentale di Gilberto Cavicchioli dedicato a Giovanni Piubello ed alla sua bancarella dei portici di piazza Erbe.

Il libro mette in chiaro fin da subito le intenzioni del suo autore: il riferimento a Giovanni Piubello e alla sua “La minima” è palese, voluto ed evidenziato. Massimiliano ha tratto ispirazione per i propri “morsi” dai volumi stampati e distribuiti negli anni settanta sulla bancarella di Portici Broletto, dando vita a una raccolta di poesie in dialetto padano, scritte lungo quella lunga striscia d’asfalto che collega Carpi a Berlino Est.

trio-musica

La serata si conclude con il concerto del Trio Barbara Mazzola (Flauto) Valentina Martinelli (Clarinetto) Francesco Bonfà (Chitarra).

Programma del concerto:
musica.jpg

Rispondi